Frizione ad azionamento inverso: diagnosi e cause delle vibrazioni

Frizione nuova che vibra, i consigli sulla diagnosi e la ricerca delle cause di vibrazione di una frizione ad azionamento inverso

24 aprile 2020 - 15:03

Dopo aver parlato del volano bimassa che fa rumore, oggi parliamo di problema ad esso collegato e piuttosto frequente sui veicoli con frizione ad azionamento inverso. La diagnosi e le cause infatti non sempre riguardano il volano, principale imputato quando si ripresentano le vibrazioni anche dopo la sostituzione della frizione ad azionamento inverso. E in questo articolo capiremo perché.

FRIZIONE AD AZIONAMENTO INVERSO: COME FUNZIONA

La frizione ad azionamento inverso sfrutta – lo dice la parola stessa – un principio di azionamento diverso dalla frizione “tradizionale”. La curiosità ben nota agli autoriparatori sta nel meccanismo di azionamento che è anche spesso causa di vibrazioni. Rispetto a una frizione tradizionale alcuni veicoli, soprattutto Citroen, Fiat, Peugeot e in generale del gruppo PSA, hanno un sistema che anziché spingere il cuscinetto di disinnesto della frizione, lo tira. Quando si procede alla sostituzione della frizione ad azionamento inverso è probabile continuare poi ad avvertire rumori strani o vibrazioni, a seconda della percorrenza del veicolo. Quando ciò si verifica, potrebbe essere incolpato il volano bimassa, una valutazione che rischia di mandare fuori strada anche gli addetti ai lavori. Ecco perché uno tra i più grandi produttori di componenti auto, ci aiuta a fare chiarezza sulle cause di vibrazioni alla frizione ad azionamento inverso.

FRIZIONE AD AZIONAMENTO INVERSO: LE CAUSE DELLE VIBRAZIONI

Normalmente la sostituzione della frizione non prevede anche componenti che in genere non dovrebbero usurarsi. Nel caso della frizione ad azionamento inverso sui veicoli FCA e PSA, dopo un numero elevato di azionamenti, la forcella che tira il cuscinetto potrebbe mostrare segni di cedimento. In genere vanno cercati segni di usura nelle punte di contatto come nella foto sotto. Quando si sostituisce la frizione ma senza sostituire anche la forcella con le punte appiattite, l’innesto della frizione sarà meno modulare. Di conseguenza il guidatore avvertirà sobbalzi e rumori che statisticamente sono imputabili anche al volano bimassa. I sintomi da accertare sono:

– vibrazioni in partenza, con la prima marcia o in retromarcia;
– deformazione (seconda foto sotto) o rottura dei perni del cuscinetto che potrebbero causarne il distacco dallo spingidisco;
– punte della forcella appiattite.

FRIZIONE AD AZIONAMENTO INVERSO: DIAGNOSI DELLE VIBRAZIONI

Vediamo i consigli dei produttori di componentistica auto per gli esperti sulla diagnosi delle vibrazioni di una frizione ad azionamento inverso. “Durante la verifica di questo tipo di forcelle, occorre considerare che le punte di contatto con il cuscinetto sottoposte a usura sono orientate verso la scatola del cambio. Pertanto è necessario verificare la forcella con uno specchio o smontarla dalla scatola del cambio. È inoltre necessario verificare che non vi sia un eccessivo gioco tra la forcella e il suo asse (ad esempio a causa dell‘usura di quest‘ultimo) e che la guida della forcella sia in perfette condizioni”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Ammortizzatori auto: come funzionano e quando vanno sostituiti?

Tagliando auto: cosa comprende e quanto costa

Trattamento motore al plasma: come funziona?