Filtri auto contraffatti: oltre 6 mila annunci di ricambi pericolosi online

ONE e H2O son i filtri auto contraffatti più diffusi: l’indagine ha bloccato oltre 6 mila annunci di ricambi pericolosi online

2 aprile 2020 - 14:51

I filtri auto contraffatti sono un rischio piuttosto frequente quando si decide di comprare ricambi auto online. L’allarme viene direttamente da uno dei maggiori produttori di filtri sia di primo equipaggiamento che aftermarket. Ecco come sono stati bloccati oltre 6 mila annunci di ricambi pericolosi e come proteggersi dai ricambi contraffatti.

FILTRI AUTO CONTRAFFATTI, SCOPERTI ONLINE PER 5 MILIONI DI EURO

Incappare in filtri auto contraffatti, come nei ricambi falsi più usati per la manutenzione auto può capitare soprattutto quando ci si rivolge a canali di vendita non specializzati. Sul web purtroppo il rischio è maggiore secondo quanto dichiara UFI: in due anni sono state bloccate 2,5 milioni di transazioni illegali su internet relative a filtri auto contraffatti. Attraverso segnalazioni e indagini sul web, il Produttore di filtri con il supporto di Convey nella lotta ai ricambi auto falsi, è riuscito ad individuare 6.125 le offerte su 19 siti web diversi. Gli annunci rintracciati negli ultimi 2 anni, prevalentemente su siti di nazionalità turca o cinese, avevano un equivalente valore di 5 milioni di euro.

FILTRI AUTO CONTRAFFATTI: ATTENTI AI MODELLI PIU’ COPIATI

I filtri auto contraffatti più diffusi su cui bisogna fare molta attenzione se si decide per l’acquisto online sono i modelli H2O e ONE. Come confermato anche dal Produttore i filtri auto clonati avevano standard e caratteristiche notevolmente inferiori rispetto agli originali. Questo espone non soltanto l’Azienda a un danno economico per concorrenza sleale e plagio subiti, ma anche i consumatori al rischio di danneggiare il motore e avere un’auto non affidabile. Per aziende note come UFI è più facile tutelarsi da tentativi di clonazione dei ricambi, meno per un acquirente inesperto che si affida al web. Pensate che i filtri UFI, apparentemente dei ricambi semplici, sono coperti da 233 brevetti e titoli registrati. Nella foto di copertina si possono vedere i filtri auto contraffatti accanto agli originali.

RICONOSCERE I FILTRI AUTO CONTRAFFATTI

Proteggersi dai ricambi contraffatti come i filtri auto falsi, richiede competenze che vanno ben oltre gli strumenti di un appassionato di fai da te. La stessa Azienda tiene dei corsi di formazione specifici per insegnare gli addetti ai lavori a distinguere un prodotto originale da uno contraffatto. L’aspetto non sempre è un elemento che tradisce la genuinità dei ricambi, come è già stato dimostrato con le candele “false” ma identiche alle originali. Ecco perché tutte le misure per contrastare i ricambi auto contraffatti che UFI adotta per l’estremo Oriente (QR Code stampati, etichette e labeling difficili da replicare) saranno presto adottati anche per i filtri auto sul mercato europeo.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Recupero Energia in frenata: come funziona il KERS su Fiat Panda Hybrid

Auto ibride: manutenzione inverter e sostituzione liquido raffreddamento

I migliori aspirapolvere auto: il test su 8 modelli a confronto