Come è fatto il basamento dei motori

Il basamento motore è la struttura portante dei propulsori ma anche l'involucro del cuore pulsante dell'auto. Ecco come'è fatto

5 novembre 2020 - 8:00

Il basamento è una sorta di “scatola” realizzata in ghisa o alluminio, a cui viene fissato il gruppo termico (testa e cilindri). Inoltre, al suo interno si trovano vari organi mobili e sono ricavati i supporti per l’albero a gomiti e gli alberi ausiliari. Da uno dei due lati la forma è predisposta per l’accoppiamento con la scatola del cambio e ci si trovano anche gli ancoraggi per fissare il motore al telaio e agli organi sussidiari come l’alternatore, la pompa del servosterzo o compressore del climatizzatore e la pompa dell’acqua.

Articolo aggiornato il 5 novembre 2020 alle ore 8:00

COSTRUZIONE E COMPRESSIONE IN UN BASAMENTO MOTORE

A seconda del tipo di motore il basamento può essere costituito da due coperchi e presentare quindi le bancate. In altri casi il coperchio superiore e cilindri sono costruiti in un pezzo unico chiamato monoblocco. Nel basamento si trova anche la coppa, una sorta di protuberanza inferiore che ha la funzione di serbatoio dell’olio e che è fissata solitamente mediante viti. In questo modo si crea una camera stagna dove si crea compressione, in particolar modo nel momento in cui il pistone scende. Se il valore della compressione è troppo alto, può essere di ostacolo al lavoro del pistone, per questo nel basamento vengono praticate delle finestrature di collegamento in corrispondenza dei singoli cilindri, per far si che l’aria si sposti da sotto un pistone a l’altro senza subire compressioni e decompressioni.

LE NERVATURE E LA FUSIONE DI UN BASAMENTO

Per aumentare la rigidità ma senza incrementare il peso, le pareti dei basamenti sono spesso dotate di nervature. In particolare in alcune zone come quella intorno agli alloggiamenti dei cuscinetti di banco, dove le nervature stesse hanno una tipica disposizione radiale. I procedimenti utilizzati per costruire un basamento sono tutti di fusione. C’è quella in conchiglia, per gravità o a bassa pressione e c’è la pressofusione. Nel secondo caso è impiegata spesso nelle grandi serie, anche se le caratteristiche meccaniche sono inferiori a quella in conchiglia.

I MOTORI DA COMPETIZIONE E I BASAMENTI

Nei casi di motori da produrre in un numero limitato di unità, come per esempio quelli da competizione, il basamento può anche essere realizzato con fusione in sabbia, più precisa ma costosa. In casi ancora più rari il basamento può essere anche ricavato dal pieno e la lega impiegata può essere non a base di alluminio, bensì di magnesio che è ancora più leggero ma ha caratteristiche meccaniche inferiori.  Come abbiamo già detto, in alcuni casi il blocco cilindri, anziché essere fissato al basamento, è incorporato direttamente nella sua fusione.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Problema LSPI: cos’è e come evitarlo

Le auto che consumano meno 2020: il test Green NCAP su 24 modelli

Le candele auto e la combustione: cos’è il grado termico?