Cinghia distribuzione: 5 problemi di una sostituzione sbagliata

La cinghia di distribuzione rumorosa è un segnale d’allarme di una cinghia di distribuzione da cambiare, ma anche dei problemi di una sostituzione sbagliata

25 febbraio 2020 - 17:15

Quando bisogna cambiare la cinghia di distribuzione? Con la tecnologia che avanza anche nei materiali e nelle tecniche produttive della cinghia di trasmissione, gli intervalli di sostituzione si allungano come i tagliandi di manutenzione auto. Non per questo però la sostituzione della cinghia di distribuzione è diventata rara, anzi basta una piccola disattenzione nel montaggio della cinghia per danneggiarla e doverla sostituire dopo un po’. Ecco come si capisce se una cinghia di distribuzione è da cambiare e quali sono gli errori e i problemi più frequenti quando si cambia in modo sbagliato la cinghia di trasmissione.

I RUMORI DELLA CINGHIA DI DISTRIBUZIONE

Rumori di sfregamento, trascinamento, sibili o cigolii nella zona della cinghia di distribuzione non andrebbero mai sottovalutati, ma approfonditi in officina. Perché i problemi più frequenti ad un tendicinghia o alla cinghia di distribuzioni sono premonitori di una possibile rottura. Quando la cinghia è montata senza attenersi alle procedure ufficiali c’è il rischio che si verifichino problemi più o meno frequenti in base a varie condizioni (il percorso della cinghia, l’usura della cinghia, l’usura dei tenditori o galoppini, ecc.). Se avete sostituito da poco la cinghia di distribuzione è davvero poco probabile che si presenti uno dei seguenti problemi. Vediamoli da vicino con un’analisi delle cause che Dayco associa statisticamente ai problemi più frequenti con la cinghia di distribuzione.

1.CINGHIA DI DISTRIBUZIONE NUOVA: CAUSE DI ROTTURA

La cinghia di distribuzione rotta è un problema piuttosto raro, normalmente, per la resistenza delle cinghie di buona qualità che sopportano carichi molto elevati. Uno strappo perpendicolare e netto della cinghia di distribuzione nuova può voler significare che la cinghia è stata piegata o torta eccessivamente durante il montaggio.

2.ERRATA REGOLAZIONE DELLA CINGHIA DI DISTRIBUZIONE

Se la cinghia di distribuzione rotta presenta i bordi frastagliati e sfaldati, ma no né troppo vecchia, la causa potrebbe essere stata l’eccessiva tensione post-montaggio. Anche l’introduzione di corpi estranei o un taglio sul bordo potrebbe innescare la rottura

3.CINGHIA DI TRASMISSIONE LENTA

Una cinghia di distribuzione lenta, a causa di una regolazione sbagliata o dell’usura di un tenditore troppo vecchio può portare al distacco dei denti, che iniziano a sollevarsi dalla struttura portante.

4.LA CINGHIA DI DISTRIBUZIONE HA I BORDI CONSUMATI

Una cinghia di distribuzione usurata lateralmente, con i denti o le falde consumate invece è indice di una tensione eccessiva o di una cinghia di trasmissione con profilo non compatibile con le pulegge. Non è raro che la causa sia da cercare anche nei denti delle pulegge usurati o danneggiati.

5.LE SPACCATURE SULLA CINGHIA DI TRASMISSIONE

Di norma, in assenza di indicazioni del cliente, per capire se la cinghia di distribuzione va cambiata, l’autoriparatore la smonta e ne controlla lo stato. La presenza di cricche e l’aspetto di una gomma secca (come nella foto sopra che si riferisce a una cinghia servizi) significano che la cinghia ha lavorato abbastanza. Quando però le spaccature sono sulla superficie esterna e opposta ai denti, vuol dire che la cinghia non è adatta alla temperatura di lavoro ottimale (troppo basa o alta) e va cambiata.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Braccetti auto: errori, consigli e valutazioni sulla sostituzione

Cambio automatico a doppia frizione, con convertitore di coppia e robotizzato: differenze

Olio motore: tutto quello che c’è da sapere su rabbocco e cambio