officina-del-futuro

Aftermarket auto nel mondo: i Paesi dove vale di più nel 2019

L’Europa ha ceduto il primato dell’aftermarket auto all’Asia: ecco quali Paesi guadagnano di più e quanto valgono i prodotti e i servizi per l’auto nel mondo

27 novembre 2019 - 9:07

Le previsioni nefaste hanno da tempo annunciato che le auto elettriche avrebbero mandato in frantumi il business dell’aftermarket. Diversamente da quanto invece è emerso dall’indagine di SicurAUTO.it sui costi reali della manutenzione di un’auto elettrica e ibrida. L’aftermarket auto crescerà nei prossimi anni del 42,2% e l’Asia si troverà in una posizione privilegiata. Lo rivela lo studio sul valore dell’aftermarket auto effettuato da Stern Stewart e Qvartz. Ecco i Paesi più influenti nel mondo che si divideranno il valore di ricambi e servizi aftermarket al 2025.

L’ASIA E L’EST EUROPA PIU’ FORTI CON L’AFTERMARKET

Dallo studio emergono i dati relativi alle previsioni di crescita dell’aftermarket automobilistico nei principali mercati mondiali. In particolare, nel periodo 2018-2025 la crescita sarà più elevata nei mercati automobilistici emergenti: in primis l’Asia (+93%), che con i suoi 166 miliardi di euro stimati entro il 2025 sarà sicuramente il mercato più promettente in quanto varrà ben il 30% del totale del mercato globale. Al mercato asiatico seguirà poi il mercato dell’Europa Orientale (in crescita del 55,2%) e quelli dell’Africa e del Medio Oriente (+40%).

IL MERCATO DELLE PARTI AUTO VALE 44 MILIARDI IN EU

Lo sviluppo dell’aftermarket automobilistico riguarderà però anche i mercati maturi: in primis il Nord America (+28,8%), seguito dall’Europa Occidentale (+20%) e dal Sud America (+15,9%). Dallo studio emerge inoltre come il mercato dell’aftermarket cambierà non solo nella dimensione geografica ma anche nei contenuti. Le innovazioni tecnologiche come connettività, guida autonoma, telematica di bordo, elettrificazione e mobilità condivisa influenzeranno infatti profondamente l’industria globale nei prossimi anni.

I NUOVI SERVIZI OFFERTI DALLE OFFICINE

Tutti questi cambiamenti comporteranno sfide ed opportunità di crescita per gli attori della filiera, dai costruttori di componenti ai distributori, fino all’officina. Per tenere il passo con i cambiamenti e l’evoluzione delle tecnologie, pertanto, il mondo del post vendita automobilistico dovrà saper investire in digitalizzazione, strumentazioni all’avanguardia, professionalità e formazione sempre più specializzata. Tra qualche anno le officine più attive si distingueranno per l’abilitazione a fare manutenzione sulle auto elettriche e gestire i servizi attorno alle auto connesse.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Deposito auto in officina

Tagliando auto in garanzia: il 46% lo fa alla rete ufficiale dopo 4 anni

Idee regalo Natale 2019 per appassionati di auto (e non)

Auto connesse liberalizzate: la proposta di legge dei produttori aftermarket