Manutenzione e riparazione auto: nel 2018 spesi 32,1 miliardi

Gli italiani spendono sempre di più per la manutenzione e la riparazione dell'auto. Nel 2018 c'è un +3,7% con un giro d'affari da 32,1 miliardi di euro.

16 aprile 2019 - 20:19

Per gli italiani cresce la spesa della manutenzione auto. Nel 2018 sono stati speri 32,1 miliardi di euro per sistemare le vetture in circolazione nel nostro paese. Secondo l’Osservatorio Autopromotec il trend è in crescita per tre principali fattori. Tra questi troviamo la crescita dei prezzi in officina (+1,2%), l’aumento del parco vetture circolanti (+1,3%), la crescita degli interventi effettuati in officina (1,2%). Il risultato è che la spesa per gli interventi di manutenzione e riparazione dell’auto sale del 3,7% in 12 mesi. Crescono anche le officine di autoriparazione che superano di poco quota 83.000. Vediamo tutti i numeri del comparto.

CONTI ALLA MANO

Nel corso del 2018 gli italiani hanno speso somme importanti per la manutenzione e la riparazione dell’auto. Gli interventi sulle autovetture circolanti in Italia hanno generato un giro d’affari di 32,1 miliardi di euro. Questa stima è parte della ricerca svolta dall’Osservatorio Autopromotec, che opera all’interno della rassegna espositiva dedicata all’aftermarket automobilistico. L’anno scorso gli automobilisti hanno visto la spesa per manutenzione e riparazione crescere del 3,7% rispetto al 2017. La crescita dei numeri, rispetto ai 30,9 miliardi di euro del 2017, è dovuta a 3 fattori. In primo luogo l’Osservatorio parla dell’aumento dei prezzi dei servizi di assistenza. L’incremento nel 2018 è stato dell’1,2%. Si tratta di un aumento calcolato sulla base di una media ponderata degli indici Istat dei prezzi per la manutenzione e la riparazione. Si è anche tenuto conto dei prezzi per l’acquisto di pezzi di ricambio e accessori, per l’acquisto di pneumatici e lubrificanti.

AUMENTANO LE IMMATRICOLAZIONI

A portare all’incremento dei prezzi è stato anche l’aumento del parco auto circolante. Nonostante il tasso di motorizzazione molto elevato, il parco auto in Italia registra nel 2018 un ulteriore +1,3% rispetto al 2017. Il terzo, e ultimo, fattore che ha contribuito alla crescita della spesa è la quantità di interventi di officina. Nel 2018, per le operazioni di manutenzione e di riparazione, c’è stato un aumento dell’1,2%. Ecco allora che l’effetto combinato dei 3 fattori che abbiamo visto ha determinato i maggiori esporsi. Insomma in attesa che la manutenzione auto diventi predittiva e auiti a risparmiare c’è da fare i conti con piccole o grandi spese. Come detto lo scorso anno gli italiani hanno speso 32,1 miliardi di euro. La cifra ha alimentato l’attività delle oltre 83.000 officine di autoriparazione distribuite sul territorio nazionale.

IL COMPARTO OFFICINE

L’Osservatorio Autopromotec fotografa anche l’andamento delle officine tra il 2017 e il 2018. In questo periodo le officine di autoriparazione sono passate da 83.157 a 83.231. Notevole la crescita per quanto riguarda il numero delle officine parte dei concessionari auto. Queste, sempre nel biennio di riferimento, registrano un +3,8% e passano da 4614 a 4446. A conferma della solidità del comparto anche i gommisti auto salgono di numero. Dal canto loro gli installatori e riparatori di pneumatici sono 6734. Rispetto al 2017 la crescita è contenuta (+0,5%) corrispondente a 32 unità complessive. Insomma si capisce che l’avanzata delle officine presenti nelle concessionarie auto sostituisce carrozzerie, meccanici e elettrauto indipendenti.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Shell presenta i nuovi lubrificanti per le auto elettrificate

Euro 6D Temp: come un motore diesel sta dentro i limiti di emissioni

Riparare le elettriche: gli USA formano meccatronici, l’Italia è indietro