Volvo XC90 2019: arrivano nuove varianti ibride

La nuova Volvo XC90 porta al debutto inediti motori ibridi disponibili anche per altri modelli Volvo, oltre a una più ricca dotazione di sicurezza

25 febbraio 2019 - 14:34

La corsa di Volvo verso l'elettrificazione è nota. La Casa svedese ha addirittura creato un marchio a sé – Polestar – dedicato alle ibride e alle EV. Ma anche su quelle che resteranno Volvo, i tecnici lavorano per proporre versioni in cui moduli elettrici di vario tipo aiutano a mantenere elevate le prestazioni riducendo i consumi. Oggi è la volta del SUV XC90 (che abbiamo provato nella versione D5), che approfitta del restyling di mezza vita per aggiornare anche le motorizzazioni.

BATTERIE PIÙ EFFICENTI PER T8 e T6 Di versioni ibride la Volvo XC90 le aveva già presentate. Si trattava della T6 e della T8, ibride plug-in che sono state aggiornate e hanno ora batterie più potenti (passate da 10,4 a 11,6 kWh) che incrementano l'autonomia in elettrico di oltre il 10%. In più, la variante T8 è stata ulteriormente potenziata e raggiunge i 420 CV, mentre la T6 si “ferma” a 310 CV.

L'IBRIDO A BENZINA E A GASOLIO Ma le novità più succose si chiamano B5, sono mild hybrid, e sono disponibili a due o quattro ruote motrici con motori a benzina o a gasolio. La prima è spinta da un motore 2.0 turbo da 250 CV e 350 Nm di coppia, mentre la seconda porta al debutto per Volvo il sistema ibrido abbinato ad un motore Diesel. La XC90 B5, infatti, è spinta da un 2.0 turbodiesel da 235 CV e 480 Nm di coppia. Oltre a queste, la XC90 arriva anche in versione B6, a benzina, visto che la lettera non fa riferimento all'alimentazione ma al tipo di ibrido adottato. Tutte le XC90 mild hybrid, che garantiscono un risparmio di carburante pari al 15%, introducono poi un sistema di frenata brake-by-wire che gestisce la ripartizione della forza delle pinze su ciascuna ruota per ottimizzare il recupero dell'energia.

A QUATTRO, CINQUE, SEI O SETTE POSTI Esteticamente, invece, la nuova XC90 cambia molto poco. Soprattutto davanti, con una calandra dalla nuova trama, e con inedite tinte carrozzeria. Dentro, invece, offre ora maggiore versatilità e si propone in allestimento standard a 5 posti, ma anche in configurazione Excellence, con quattro sedili singoli, o in quella con tre file di sedili, con quella centrale omologata per due o tre occupanti.

SI AGGIORNANO ANCHE GLI ADAS Con il restyling la XC90 introduce anche nuove dotazioni in termini di tecnologia e sicurezza. Sotto il primo fronte, il SUV Volvo presenta un sistema multimediale che si arricchisce dell'app di Spotify per l'ascolto di musica in streaming, mentre sotto il secondo fronte arrivano gli Adas che riconoscono, oltre a pedoni e ciclisti, animali di grossa taglia (ricordiamoci che la Casa ha sede nel Paese delle alci, da cui il famoso test di cambio corsia).

I SUV PRENDONO LA SCOSSA Con l'arrivo delle nuove XC90 ibride, Volvo porta l'elettrificazione anche sugli altri SUV a listino. La XC60, ad esempio, sarà offerta in varianti B4 (a gasolio), B5 (a gasolio o benzina) e B6 (a benzina) con gli stessi schemi della XC90. Sulla XC40, infine, pronte al debutto le versioni T4 e T5, questa volta con tecnologia plug-in ed esclusivamente a benzina.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Aumento bollo Euro 3 per svecchiare il parco auto

Aumento bollo Euro 3 per svecchiare il parco auto: la proposta di PSA

Smartphone al volante telecamere

Smartphone al volante: arrivano le telecamere per scovare i trasgressori

Dispositivi anti abbandono 30 euro bonus

Dispositivi anti abbandono, solo 30 euro di bonus: è polemica