Volvo lancia la nuova famiglia di motori VEA

Con la tecnologia iART, sviluppata da Volvo, si entra nella seconda fase della rivoluzione del diesel

19 aprile 2013 - 11:12

Il motore diesel è, senza ombra di dubbio, quello che ha beneficiato delle maggiori evoluzioni tecniche nel corso della sua storia. Due di queste sono nate in Italia, all'interno del CRF (Centro Ricerche Fiat). Si tratta dell'iniezione diretta, montata per la prima volta sulla Croma 2.0 turbodiesel del 1988 e del sistema di iniezione common rail, che ha rivoluzionato il mercato dell'auto, permettendo ai propulsori diesel di superare, in quanto a piacere di guida e consumi, i tradizionali benzina aspirati. Ma la ricerca non si ferma mai e Volvo ha appena annunciato importanti novità

MIGLIORARE IL PROCESSO DI COMBUSTIONE E L'EFFICIENZA – La nuova famiglia di propulsori di Volvo denominata VEA (Volvo Engine Architecture) sarà lanciata in autunno e porterà al debutto alla tecnologia iART che, stando alle dichiarazioni di Volvo, migliora il processo di combustione e l'efficenza, contribuendo alla riduzione dei consumi nei nuovi motori diesel. Sfruttando il ritorno di pressione di ciascun iniettore del carburante, invece che utilizzare il tradizionale sensore di pressione singolo nel common rail, la tecnologia iART consente di monitorare costantemente e adattare l'iniezione di carburante per ogni combustione in ciascuno dei quattro cilindri.

PRESSIONI DI INIEZIONE FINO A 2.500 BAR – Derek Crabb, Vice Presidente della divisione motori di Volvo, spiega così l'innovazione tecnica  “Ogni iniettore monta nella parte superiore un piccolo computer che monitora la pressione di iniezione. Utilizzando questa informazione, il sistema autoadattante iART inietta la quantità ideale di carburante durante ciascun ciclo di combustione e consente di aumentare la pressione nel canale di alimentazione arrivando addirittura a 2.500 Bar “. Crabb ha poi dichiarato che questa può essere considerata la seconda fase della rivoluzione del diesel e che si tratta di una svolta paragonabile all'invenzione della sonda lambda per il convertitore catalitico, lanciata da Volvo nel 1976.

ARRIVA IL CAMBIO AUTOMATICO A 8 MARCE – Volvo prevede di lanciare la nuova Volvo Engine Architecture nell'autunno del 2013, dell quale faranno parte sia il diesel common rail che l'unità benzina a iniezione diretta. La gestione della turbocompressione e l'integrazione con dei moduli ibridi saranno fondamentali per creare una gamma flessibile e in grado di coprire tutte le tipologie di motore, dalle versioni a basso consumo fino a quelle con potenza e coppia elevate. Contestualemte verrà introdotto anche il nuovo cambio automatico a 8 rapporti che permetterà un ulteriore abbassamento dei consumi e una maggiore souplesse di marcia. Tutti i nuovi motori saranno costruiti presso lo stabilimento Volvo più avanzato dal punto di vista tecnologico che si trova a Skövde, in Svezia.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto nuove, prezzi sino a +24% rispetto al listino negli USA

Trasporto auto elettriche: servono navi speciali “antincendio”

Auto nuove: i sistemi di sicurezza fondamentali per Global NCAP