Volkswagen riorganizza le fabbriche per produrre auto elettriche dal 2019

La Passat trasferita per lasciare spazio alla produzione di auto elettriche Volkswagen a Zwickau, Hemden e Hanover

Volkswagen riorganizza le fabbriche per produrre auto elettriche dal 2019
Volkswagen ripensa complessivamente la sua strategia produttiva in vista dell'avvio della produzione delle sue prossime auto elettriche. Dopo aver diffuso la notizia di essere in possesso di batterie sufficienti ad assemblare ben 50 milioni di veicoli elettrificati, VW è pronta a rivedere la sua catena di produzione. L'obiettivo è quello di sfruttare tre importanti stabilimenti tedeschi per impiantare in Germania la produzione delle elettriche della gamma I.D. La riorganizzazione della catena di produzione dovrebbe anche prevedere lo spostamento della Passat in Repubblica Ceca presso uno dei siti di assemblaggio Skoda.

ELETTRICHE AL CENTRO

Volkswagen si starebbe preparando a rivedere i suoi processi produttivi in vista dell'avvio della produzione della sua flotta di veicoli elettrificati. Allo studio ci sarebbe anche l'opzione di spostare la produzione della Passat in uno stabilimento Skoda in Repubblica Ceca (Leggi auto elettriche 100 anni di tentativi). La scelta strategica si collocherebbe in un più ampio riassetto industriale che, secondo la stampa tedesca, prevederebbe di utilizzare i siti produttivi tedeschi per la produzione delle elettriche. Ecco allora che la produzione della Passat traslocherebbe nello stabilimento Skoda di Kvasiny, dove viene attualmente costruita la relativa Skoda Superb. Del resto la berlina ceca ha dato prova di aver convinto sempre più i clienti con le sue doti di qualità costruttiva. Il gruppo VW starebbe inoltre cercando un nuovo sito per ospitare un terzo impianto Skoda in Europa, perché i due impianti in Repubblica Ceca stanno già lavorando a una velocità prossima. Pare che, su questo fronte, la scelta dovrebbe ricadere su Bulgaria o Turchia.

CALO DI APPEAL

Volkswagen attualmente assembla la Passat accanto alla berlina coupè Arteon ad Emden, in Germania. Le vendite della Passat, però, sono drasticamente calate da quando si registra uno spostamento dei clienti verso SUV e crossover e un crollo delle vendite di auto diesel (Leggi a Bologna la benzina costa meno del diesel). Le vendite europee della Passat sono calate del 5,6% attestandosi a quota 127.325 unità nei primi nove mesi del 2018. Ecco allora spiegata dalla minor domanda la scelta di trasferire Passat in Repubblica Ceca. VW prevede di convertire le sue fabbriche tedesche di Emden e di Hannover per costruire veicoli elettrici. I due siti andrebbero così ad aggiungersi allo stabilimento di Zwickau per creare quello che la casa automobilistica ha definito come la più grande rete di produzione di EV in Europa. Ci sarebbero quindi trasferimenti in vista anche per i siti di Emden ed Hannover.

DIFENDERE IL LAVORO

Herbert Diess, CEO di VW, ha dichiarato in un'intervista rilasciata negli scorsi giorni che l'azienda è riuscita ad assicurarsi batterie per costruire 50 milioni di veicoli elettrici. Si tratta comunque di una fornitura nel lungo periodo che fa però intendere la direzione presa dall'azienda. Ci sono quindi preoccupazioni per il personale dato che assemblare una elettrica richiede meno forza lavoro rispetto ad una vettura tradizionale. Il capo del personale di Volkswagen, Gunnar Kilian, ha detto che ai lavoratori è stato garantito che l'azienda opererà per ridurre le posizioni "in modo socialmente responsabile". Volkswagen e altri produttori di auto avevano scommesso molto sui modelli diesel, che ottengono un chilometraggio migliore rispetto ai veicoli a benzina, ma i nuovi severi limiti imposti alle emissioni di biossido di carbonio e hanno frenato l'avanzata commerciale.
 
 
 

Pubblicato in Auto elettriche il 15 Novembre 2018 | Autore: Redazione


Commenti

Manutenzione Lampade Auto

Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri