[Video] Sull'Autobahn tutto è permesso: test in Ferrari a 340 km/h

Non ha scuse l'automobilista che viaggia "lento? in terza corsia ma l'assenza del limite di velocità rende l'autostrada tedesca zona franca

22 luglio 2015 - 16:20

L'autostrada tedesca è zona di conquista per i guidatori a caccia di record di velocità massima. Non importa se sono al volante di utilitarie, berline, ammiraglie, grandi suv o supercar, ciò che conta è stare con il piede tutto giù sull'acceleratore. Volete un esempio? Guardate questo video: si intitola “Ferrari 488 GTB 341 kmh Autobhan”.

DOBBIAMO DIRVI ALTRO? – Sia chiaro un concetto: noi vorremmo stare sempre qui a raccontarvi di tutto e di più sul mondo dell'automobile, ma riteniamo che certe situazioni siano così esplicite da lasciare poco spazio alla parola scritta. Ad ogni modo avete ben capito cosa state per guardare: il tipo va a 341 km/h sull'Autobhan, mentre guida una bellissima Ferrari 488 GTB e qualche suo amico si diverte a riprenderlo mentre sfreccia senza pietà dei più “lenti”. Certo, non possiamo non ammettere che è affascinante pensare a questo bolide di Maranello (che intanto ha richiamato 800 Ferrari per problemi agli airbag) che viaggia a velocità elevatissima, grazie anche al suo nuovo motore otto cilindri turbo e in fondo nessuno vieta di infrangere record di velocità su questo tratto dell'autostrada tedesca.

C'E' UN PERO' – Come abbiamo appena scritto, sulle Autobahn è possibile raggiungere velocità elevate dato che non sono applicati limiti generali ma si consiglia una velocità di 130 km/h; sono presenti anche rigide restrizioni per determinate categorie di veicoli (come autobus) o dalla massa molto elevata, così come possono essere applicati limiti temporanei in determinati tratti, attraverso controlli del traffico. È bene ricordare, poi, che queste strade sono ben monitorate dalle Forze dell'Ordine, che vigilano sul rispetto delle norme e in particolare della distanza di sicurezza. Su queste strade è molto facile vedere le vetture più potenti oltrepassare i 200 km/h o, come nel caso dell'ultima supercar di Maranello, velocità anche parecchio superiori ai 300 km/h. Però, ci permettiamo di dire che un limite c'è ed è quello morale, del buon senso.

341 KM/H, PER QUALE MOTIVO? – Per molti (noi compresi) la velocità è un piacere unico e puro, inutile nasconderlo. Quante volte nella vita ci siamo trovati nelle stesse condizioni e opportunità del protagonista del video? Tantissime, ma le abbiamo sempre pesate, calcolate, interpretate. Cosa intendiamo? Vanno considerati alcuni parametri di valutazione, così se è vero che guidare percorrendo la corsia libera più a destra è un fatto di cultura e questo in Italia come in Germania molti non lo considerano affatto, va anche detto che non si può certo avere la vista o i riflessi da supereroe per spostarsi mentre sopraggiunge come un missile una Ferrai 488 GTB alla massima velocità (in futuro anche una Dino). La normale conseguenza è che lo pseudo pilota si sposta a destra, programmando un sorpasso sulla seconda corsia. Immaginate cosa può accadere? Inoltre perdere il controllo alle elevate velocità è molto semplice, le percentuali di rischio aumentano e nel traffico si potrebbe innescare una pericolosissima reazione a catena. Oltretutto l'autore del video è solito assumere lo stesso comportamento con tutte le automobili che si trova a guidare, tutte ad alte prestazioni (R8, i8, RS7, Ferrari) lanciate a folli velocità. Anche se su alcuni tratti delle autostrade tedesche sarebbe tutto normale, questa persona non sembra avere ben chiaro il rischio che si corre nel guidare in tal modo nel traffico: in un altro video del suo canale, con la stessa Ferrari testa il “Launch control” su una strada secondaria, fino a raggiungere i 150 km/h. Vi sembra normale? Non pensate che sia irrazionale e incosciente un atteggiamento tale? Il tipo non ha alcun bisogno e necessità di sfrecciare a queste velocità, la sua è una costante, è una “malattia”, un vizio pericoloso, che potrebbe costare la vita a lui e agli altri. Per certi piaceri, esistono gli autodromi, che sono le vere arene della velocità e dell'abilità di guida.

2 commenti

Paoblog
7:41, 23 luglio 2015

Per me la velocità non è un “piacere unico”, tuttavia posso intuire che una macchina ad alte prestazioni, guidata su pista ovvero in sicurezza possa dare forti emozioni, ma in questo caso?
Mi viene in mente l'aneddoto raccontato tempo fa da un amico che viaggiava in autostrada a velocità nei limiti e che ha visto cadere dei tubi dal camion che lo precedeva. Ma che sarebbe successo a 340 kmh?
Vedi: http://paoblog.net/2008/11/09/insicurezza-stradale/

Daniele
10:52, 24 luglio 2015

x AXN
Non capisco il senso del tuo commento o meglio… l'utilità. Eppure l'autore dell'articolo è stato ben chiaro citando, non a caso, il termine “buon senso”. Il fatto che non ci sia un determinato divieto non significa che uno se ne debba approfittare: occorre anche analizzare il contesto in cui ci si trova e decidere se ci si può permettere un certo comportamento. Per me, a prescindere dalla presenza o meno di limiti di velocità, andare a 341km/h sull'Autobahn è da criminali, soprattutto se si analizza il video in questione dove il traffico non sarà certamente lo stesso della tangenziale ovest alle 8 del mattino ma tale da rappresentare comunque un pericolo.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Costi auto 2020: -7,4% per assicurazione, carburante e bollo in Italia

Tamponamento da auto sconosciuta

Tamponamento da auto sconosciuta: chi copre i danni?

FCA – PSA: perché l’Antitrust UE darà l’ok alla fusione