Marchionne: "Sarà Dino la prossima 'baby' Ferrari?

Una inedita Ferrari V6 per fare concorrenza alle attuali Gt di fascia "junior": così Maranello, dopo quarant'anni, rispolvera il marchio "Dino?

8 giugno 2015 - 11:38

Un nuovo tassello del piano industriale FCA per il futuro a breve – medio termine di Fiat Chrysler Automobiles? Tutto fa pensare che sarà così. Oltre ai nuovi modelli, annunciati da Sergio Marchionne l'anno scorso e confermati nei mesi scorsi, che faranno parte del layout di proposte del Gruppo entro il 2016, ci sarà spazio per una inedita “baby” Ferrari, che riporterà in auge il marchio Dino, mai dimenticato dagli appassionati del Cavallino. La notizia, che viene ripresa in queste ore dal Web, si rifà ad una intervista rilasciata al magazine britannico Autocar, nella quale il presidente di Ferrari assicura che sul taccuino degli impegni a Maranello c'è il lancio di un inedito modello a marchio Dino.

LA NUOVA DINO SARA' V6 – L'anticipazione del numero uno di Ferrari è stata raccolta durante la presentazione della nuova 488 Gtb, che si è tenuta a Maranello nei giorni scorsi. La notizia farà senz'altro piacere ai molti fan di Ferrari, e di Gt in generale, che non hanno mai dimenticato l'appeal delle “berlinette” a marchio Dino: una stirpe iniziata a fine anni 50 nelle corse e, dalla seconda metà degli anni 60 fino alla fine dei 70, proseguita nella produzione di serie; elemento in comune di tutti i modelli, dalle monoposto di F1 alle Sport, alle elegantissime coupé stradali, la presenza del V6 a 65°, partito con una cilindrata di 1.986 cc e sviluppato in 1.500 cc (per il Gran premi di F1) e 2.500 cc, l'unità più prolifica dal punto di vista della produzione, avendo costituito la motorizzazione della fortunata Dino 246 (Gt e Gts) nonché della Lancia Stratos. Partendo da queste nobili origini si svilupperà la futura Dino, “baby” Ferrari che manterrà la stessa architettura dell'antenata. Vale a dire motore V6; in questo caso, l'origine powertrain va vista nel V8 3.9 twin-turbo a iniezione diretta di Ferrari California T, con la differenza che mentre quest'ultimo è posizionato all'anteriore, sulla futura “Dino” la sua collocazione sarà centrale, alle spalle dell'abitacolo. Va considerato che da Maranello già esce un V6: si tratta del biturbo che va ad equipaggiare i modelli del brand “gemello” Maserati, dunque l'engineering è collaudato. Un'altra freccia all'arco di Ferrari che potrebbe portare allo sviluppo della futura Dino va visto nella possibilità, per Maranello, di costruire una seria concorrente per un'ampia gamma di Gt attualmente esistenti sul mercato: da Aston Martin Db9 a Jaguar F-Type, da Mercedes Amg Gt a Porsche 911 Gt3.

FCA: IL PIANO PRODUTTIVO – La futura “Dino” potrebbe a pieno diritto inserirsi nelle novità già decise da FCA a breve termine. Allo scorso Salone di Detroit, e successivamente in maniera più approfondita durante un incontro con i vertici di Bank am Bellevue (uno degli istituti che finanziano il Gruppo italo – americano), Sergio Marchionne aveva confermato il ruolino di marcia per FCA nello sviluppo di nuovi modelli entro il 2016. Oltre ad Alfa Romeo 4C Spider e al ritorno di Fiat 124 Spider da sviluppare sulla base della rinnovata Mazda MX-5, per Fiat oltre al lancio della 500X ci sarà nel 2016 l'erede di Fiat Punto, una citycar e un pickup per il sud America oltre alla “Compact Sedan” svelata nei giorni scorsi; nei prossimi mesi, Chrysler porterà al debutto la nuova generazione di Town&Country (che in Europa assume il nome “Voyager”) nel 2016 anche in versione ibrida plug-in; da Dodge sono attese le versioni restyling di Challenger e Charger, oltre a una nuova versione di Dart e una inedita crossover di segmento D; da Jeep si attende un aggiornamento di Grand Cherokee e una nuova Suv di segmento C che sostituirà l'attuale Compass; Ram, oltre alla vendita negli Usa di ProMaster City (il nostro Doblò) amplierà la propria gamma di veicoli commerciali, allo stesos modo di Fiat Professional che lancerà il nuovo Fiorino e un inedito pick-up di derivazione Usa. Entro la fine di quest'anno, Maserati lancerà l'inedita Suv Levante, e nel 2016 una nuova Gt che riprenderà gran parte degli stilemi visti nella concept Alfieri. Attesissima, infine, la novità Alfa Romeo, finora conosciuta come “Giulia”, che sarà presentata il 24 giugno ad Arese.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Traffico 10 e 11 dicembre 2022: previsioni rientro dal Ponte

Conseguire la patente: un lavoro in team

Quanto costa parcheggiare a Malpensa?