Vicenza – Duecento multe al giorno: il 2010 è un anno “nero”

Vicenza – Duecento multe al giorno: il 2010 è un anno “nero” Incidenti con feriti in aumento. Diminuiscono i semafori

Incidenti con feriti in aumento. Diminuiscono i semafori, ma raddoppiano le sanzioni per il mancato rispetto del "rosso".

11 Aprile 2011 - 10:04

Settantamila multe in un anno, quasi 200 al giorno. Il Codice della strada resta un rompicapo per numerosi automobilisti vicentini, inciampati nella rete dei controlli della polizia locale, che nel 2010 ha toccato numeri record, superando la quota dei 3,3 milioni di euro di gettito dai verbali: una somma simile è stata ripetuta nel bilancio di previsione 2011, sempre che lo schiaffo della Corte costituzionale al pacchetto sicurezza del governo Berlusconi e ai poteri straordinari dei sindaci sceriffi non costringa a rivedere i conti. Il bilancio del comando di stradella Soccorso Soccorsetto è stato raccontato dall'assessore alla Sicurezza Antonio Dalla Pozza e dal comandante Cristiano Rosini.

123 AGENTI SVOLGONO IL LAVORO DI 152 –  «Gli agenti – annota Dalla Pozza – hanno saputo dare il massimo pur in una situazione di difficoltà continua determinata dal depauperamento delle risorse economiche e umane. Nel 2010 abbiamo inserito 7 nuovi agenti, ma qui in 123 fanno il lavoro di 152. Non solo: quest'anno potremo contare su “Strada amica”, l'ultimo progetto finanziato dalla Regione, ma il taglio del 92% delle risorse regionali sulla sicurezza metterà alla carità gran parte dei Comuni, Vicenza compresa. Senza risorse aggiuntive non si va da nessuna parte. Il ministro Maroni e l'assessore Giorgetti dovrebbero cominciare a preoccuparsi davvero».

MERITO DI CONTROLLI MIRATI –  Le violazioni del codice della strada, nel corso del 2010, sono state 70.370, contro le 66.940 verbalizzate nel 2009. I numeri degli ultimi due anni sono stati trascinati verso l'alto dall'attivazione del circuito di telecamere che controllano la zona a traffico limitato, entrato a regime 12 mesi su 12 proprio nel corso del 2010: i trasgressori non calano e restano una settantina al giorno, tra l'incredulità generale. Nelle tabelle elaborate dal comando fioccano i numeri curiosi. In una città che ogni anno riduce il numero dei semafori attivi, stupisce che siano in aumento le multe rifilate a chi passa con il rosso: sono quasi raddoppiate, passando da 77 nel 2009 a 149 nel 2010, con un incremento del 94%. Merito di controlli mirati negli incroci più pericolosi. Dalla Pozza sottolinea che l'attività degli agenti impiegati sulle strade del capoluogo si è concentrata soprattutto nella tutela dell'utenza debole: pedoni, disabili, mamme e papà con passeggini e carrozzine, ciclisti. Sotto la lente di ingrandimento in particolare gli attraversamenti pedonali. Risultano allora in aumento del 24% le sanzioni per sosta sui marciapiedi (1.742 rispetto alle 1.410 del 2009) e del 32% quelle per sosta abusiva su spazi riservati agli invalidi (808 contro le 614 del 2009). In calo, invece, il superamento dei limiti di velocità (300 sanzioni, rispetto alle 326 del 2009). Si sapeva: non dipende dalla disciplina degli automobilisti, ma dalla normativa che rende «estremamente difficile l'accertamento di questa infrazione» con l'autovelox.

IN CRESCITA I SINISTRI CON FERITI  (317 contro 292), passano da 4 a 2 gli incidenti mortali rilevati dai vigili. Per la guida in stato di ebbrezza o sotto l'effetto di sostanze stupefacenti sono state staccate 158 multe. Controlli a tappeto anche per l'uso del cellulare al volante (1.240 multe) e per il mancato utilizzo delle cinture di sicurezza (1.311 sanzioni).

Fonte – ilgiornaledivicenza.it

Commenta con la tua opinione

X