Usa: richiamati gli scuolabus per difetti ai sedili

Alcuni dei tipici veicoli gialli utilizzati negli States hanno un difetto ai sedili che mette a rischio la sicurezza dei bimbi in caso d'incidente

30 settembre 2011 - 18:32

Micro Bird, una società molto nota negli Stati Uniti per la produzione dei tipici scuola-bus americani, inizierà presto le operazioni di richiamo di un quantitativo imprecisato di “schoolbuses” dei modelli G5 e MB II prodotti dal 14 aprile 2010 al 17 giugno 2011 ed equipaggiati con sedili fabbricati dalla società C. E. White di Cincinnati.

BIMBI IN PERICOLO – Questo tipo di sedile è ovviamente progettato per ospitare bambini ed è equipaggiato con un sistema di ritenuta particolarmente studiato per i piccoli occupanti e simile a quello adottato nei seggiolini per il loro trasporto in auto. Sfortunatamente, si è scoperto che nei sedili installati sui veicoli citati il meccanismo di ritenuta non si attiva qualora su centro del cuscino sia seduto un bimbo del peso di 48,4 libbre (circa 22 kg). Se ciò accade, in caso di incidente il cuscino può staccarsi dal sedile ed essere proiettato violentemente in avanti con il bimbo che vi è seduto sopra. Ciò costituisce un grave pericolo per l'incolumità dei piccoli passeggeri e contrasta con il requisito federale n° 222 che riporta le specifiche per “sedili e protezione dagli incidenti dei passeggeri di scuola-bus”.

UN INVITO TRAMITE LA NHTSA – Micro Bird ha disposto il richiamo dei veicoli (il codice dell'operazione, secondo la terminologia della casa, è “11-047-SEU”) e tutte le scuole o enti che hanno in servizio gli scuola-bus dei lotti interessati al difetto dovranno portarli nelle officine autorizzate, dove i sedili difettosi verranno sostituiti gratuitamente. Tuttavia, la casa produttrice non ha ancora fornito la data d'inizio delle operazione e, tramite la Nhtsa, l'ente americano che sovrintende alla sicurezza stradale e dei veicoli, ha invitato gli interessati a contattare la sede centrale di Fort Valley (Georgia).

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Citroën cambia Brand Identity: nuovo logo dal 2023

Test gomme invernali 2022 – 2023

Multa per parcheggio vicino a incrocio: quanto si paga?