Un nuovo acciaio targato Nissan per la produzione automobilistica

Secondo la casa potrà far risparmiare fino a 15 kg di peso per ogni vettura. Leggero, resistente e duttile, richiede nuovi procedimenti di saldatura

8 ottobre 2011 - 10:39

Un materiale innovativo potrebbe rappresentare l'uovo di colombo per la produzione automobilistica, coniugando una leggerezza non lontana da quella dell'alluminio (utilizzato, per esempio, da Audi) ma senza gli elevati costi di quest'ultimo. È stato presentato l'altro ieri (6 ottobre) da Nissan, ma è stato sviluppato grazie alla collaborazione di Nippon Steel e Kobe Steel, due tra i giganti della siderurgia nipponica. Si tratta di un nuovo acciaio con una resistenza alla trazione molto elevata, pari a 1,2 Gpa (gigapascal). Per far capire di che cosa si tratta, basta dire che tale valore è ai livelli delle leghe convenzionali di titanio (ancora più costoso dell'alluminio) e di poco inferiore a quello delle migliori tra queste ultime, che si aggira intorno a 1,4 gigapascal.

RESISTENTISSIMO, MA ANCHE DUTTILE – Solitamente solo gli acciai con resistenza non superiore a 980 Gpa sono adatti alla realizzazione dei componenti strutturali delle automobili mediante pressatura a bassa temperatura, un procedimento tipico della moderna produzione automobilistica su larga scala. Purtroppo, come spesso avviene, una certa caratteristica desiderabile posseduta da un determinato materiale comporta l'inaccettabile decadimento di un'altra. Nella fattispecie, avviene che più un acciaio è resistente alla trazione e meno è duttile, quindi inadatto alla pressatura. La nuova lega, invece, possiede entrambe le qualità: grande resistenza ed elevata duttilità. Utilizzandola, d'ora in poi si potrà semplificare e rendere più economica la pressatura. L'effetto combinato di maggiore resistenza ed elevata duttilità permetterà dunque di realizzare più facilmente e a costi inferiori parti della scocca di una vettura (rinforzi centrali nei montanti, barre di irrigidimento dei padiglioni e tutte le principali componenti strutturali) che saranno più resistenti alle sollecitazioni pur pesando meno.

15 PREZIOSI CHILOGRAMMI – Nissan ha comunicato che il risparmio di peso su ogni vettura potrà arrivare fino a 15 kg. Sembra un'inezia, ma per le case automobilistiche, alle prese con il continuo aumento dei pesi generato da tutti i nuovi accessori e dispositivi che si installano a bordo delle moderne vetture e che lo saranno ancora di più in futuro, non lo è affatto. Un altro problema che i costruttori devono risolvere è quello delle saldature delle varie componenti strutturali e il mantenimento della loro qualità nel tempo. Molti acciai speciali che avrebbero caratteristiche adatte non possono essere utilizzati proprio perché pongono seri problemi nel procedimento di saldatura che comportano un aumento dei costi per essere risolti. Il nuovo acciaio di Nissan viene saldato con metodologie innovative e brevettate che hanno permesso di superare l'ostacolo pur mantenendo sotto controllo l'aspetto economico. Il segreto è nell'ottimizzazione della pressione di saldatura, della quantità di corrente elettrica e della distribuzione dell'energia sui particolari da saldare. Il nuovo acciaio sarà utilizzato su tutta la gamma Nissan (e quindi, si presume, su quella dell'alleata Renault, anche se il comunicato non lo dice) a partire dal 2013.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

E-fuel insufficienti: copriranno il 2% delle auto ICE nel 2035

Telepass per pagare il Traghetto Stretto di Messina: come funziona?

San Gottardo: non siamo pronti agli incendi di camion elettrici