Toyota elettriche: la prima auto a batterie svelata al Salone di Shanghai

Svolta elettrica per Toyota, che a Shanghai mostra la C-HR EV, prima auto di 10 nuovi modelli a zero emissioni a partire dal 2020

17 aprile 2019 - 11:49

Toyota lancia la sfida al settore delle vetture 100% elettriche con la presentazione al Salone dell’Auto di Shanghai del primo di una serie di 10 modelli a batteria. Si tratta della Toyota C-HR EV, variante del popolare crossover ibrido molto apprezzato anche in Italia. Il veicolo sarà prodotto e commercializzato in Cina a partire dal 2020. Nel corso dello stesso anno debutteranno, sul resto dei mercati mondiali, gli altri EV non ancora svelati.

TRAZIONE ANTERIORE

La vettura nasce sulla piattaforma TNGA, predisposta per ospitare le batterie in posizione posteriore-centrale. Il motore, così come la trazione, rimane anteriore, anche se Toyota non ha per ora aggiunto particolari tecnici significativi. C-HR EV si appresta quindi ad essere il trampolino di lancio per la sfida elettrica di Toyota, che dopo aver guidato la rivoluzione ibrida punta ora ad aggredire il mercato anche con le elettriche pure. Entro il 2030 infatti, la Casa conta di arrivare a vendere più di 5,5 milioni di veicoli elettrificati all’anno, tra full hybrid ed EV.

ESTERNI INVARIATI, INTERNI INEDITI

Stando alle prime immagini disponibili il modello non sembra differire troppo nell’estetica da quello ibrido commercializzato in Europa. Si notano un frontale rivisto, con un nuovo disegno per il paraurti e diverse prese d’aria, e ruote ridisegnate per migliorare l’aerodinamica. Gli interni, invece, spiccano per la strumentazione completamente digitalizzata e configurabile, con schermo centrale sulla plancia per gestire il sistema di infotainment e leva del cambio di dimensioni ridotte.

DUE GEMELLE E UNA CONCEPT

Toyota ha presentato a Shanghai due varianti della nuova elettrica, praticamente identici ma prodotti da joint-venture diverse. Alla C-HR EV propriamente detta, che verrà prodotta nella fabbrica GAC-Toyota di Guangzhou, si affianca la Izoa EV, gemella costruita a Tianjin nell’impianto FAW-Toyota. Ad accompagnarle alla convention cinese c’era la concept Rhombus, modello di ultracompatta a quattro posti. Destinata ai giovani, ha linee avveniristiche e dovrebbe rispondere ai gusti e alle esigenze di mobilità dei nati negli ultimi 30 anni.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Emissioni di CO2 in calo: -4,5% a giugno 2019

Toyota: le auto elettriche in arrivo ma con il supporto della Cina

Vienna: pedone investito da un veicolo a guida autonoma