Torino apre al car sharing, arrivano car2go ed Enjoy

I due servizi di car sharing concorrenti annunciano l'arrivo nel capoluogo piemontese a poche ore di distanza uno dall'altro

26 marzo 2015 - 10:00

Dopo Milano, Roma e Firenze (citate in rigoroso ordine cronologico), il car sharing a flusso libero (ecco l'app che riunisce tutti i servizi) arriva anche a Torino. Nel capoluogo piemontese esisteva già il servizio “ioGuido” ma era limitato dall'obbligo di lasciare le auto solo negli stalli dedicati e da una procedura di prenotazione piuttosto macchinosa. Ora cambia tutto, perché i due maggiori player del settore, hanno annunciato l'attivazione dei loro servizi anche a Torino. I comunicati, peraltro, sono arrivati a poche ore di distanza l'uno dall'altro, con una sorta di “marcatura stretta”, dimostrando quanto sia forte la concorrenza tra i due soggetti (qui la nostra comparativa).

CAR2GO – Car2go debutterà a Torino l'8 aprile 2015 e saranno subito disponibili 100 smart fortwo (allestite da Daimler in collaborazione con Europcar), una flotta che, una volta a regime, arriverà a 450 vetture. La formula è la medesima attiva nelle altre città italiane, con il noleggio disponibile h24 senza stazioni dedicate ma in un'area definita di circa 60 km quadrati, all'interno della quale è possibile parcheggiare in tutte le zone in cui il Codice della Strada lo prevede. Il costo, come a Milano, Roma e Firenze, è di 0,29 euro al minuto all-inclusive (tasse, assicurazione, benzina, parcheggio, i primi 50 chilometri e IVA). Le smart del car2go possono accedere alla ZTL Centrale e Romana, ma non possono utilizzare le corsie preferenziali dedicate a bus e taxi o varcare la ZTL Valentino o le aree pedonali. La registrazione al servizio può avvenire sia online sia presso lo shop car2go di corso Stati Uniti 16/G. Durante il periodo di lancio, fino al 31 maggio, l'iscrizione è gratuita. Poi costerà 19 euro una tantum.

ENJOY – Enjoy, invece, è realizzato da Eni in partnership con Fiat e Trenitalia. A Torino la flotta conterà quattrocento Fiat 500, a pieno regime, mentre non è stato dichiarato il numero di vetture disponibili inizialmente. In fase iniziale, nel territorio torinese tale area di copertura sarà pari a circa 45 kmq. Inoltre, altri parcheggi dedicati sono previsti all'interno di alcune stazioni di servizio Eni posizionate in zone strategiche e ad alta circolazione automobilistica della città. Chi si iscriverà entro il 30 di aprile 2015 potrà accedere alla promozione 'Welcome Torino' che regala 15 euro di noleggi gratuiti per provare il servizio. L'iscrizione online gratuita e la 'customer experience' è semplice e immediata. Il cliente trova l'auto più vicina e la prenota con l'app per smartphone (Android, iOS e Windows Phone), tramite il sito internet oppure può sceglierne una libera lungo la strada, ingaggiarla e iniziare subito il noleggio. Le auto avranno libero accesso nelle ZTL Centrale e Romana, saranno vietate, invece, la ZTL trasporto pubblico, la ZTL Valentino e le ZTL pedonali.

LE DIFFERENZE – Le differenze principali tra i due servizi (qui parliamo della copertura assicurativa) sono nella gestione della sosta, che con Enjoy si paga 10 centesimi al minuto, mentre con car2go non è prevista: o si continuano a pagare 0,29 cent o si lascia l'auto. Le 500, poi, possono portare fino a quattro persone, mentre le Smart solo due. Anche le tariffe differiscono leggermente: 29 centesimi del ca2go contro i 25 di Enjoy. In entrambi i casi la tariffa è “all inclusive”. Enjoy, quindi, sembra leggermente più conveniente e può anche vantare 250.000 iscritti, mentre car2go si ferma solo a 170.000.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto prodotte in Cina: sono già il 14% delle vendite in Europa

Toyota Yaris Hybrid vs Toyota Yaris: costi di manutenzione a confronto

Incentivi auto 2021

Incentivi auto 2021: a Ottobre stanziati altri 100 milioni