Tir contromano: tragedia evitata dopo 9 minuti di panico

Un furgone della manutenzione autostradale di Imperia riesce a bloccare la marcia dell'autoarticolato sull'A10: il conducente ubriaco fradicio

30 marzo 2016 - 9:00

Poteva essere una strage. Immaginate la scena: ore 7 di mattina del 27 marzo 2016, siamo sull'Autostrada A10, l'AutoFiori, che corre in territorio ligure, collegando Genova a Ventimiglia; un Tir contromano va a zig-zag per 9 lunghissimi interminabili minuti; le auto che incrocia sfanalano nel tentativo disperato di fermare la corsa dell'uomo verso l'ignoto; altissime le probabilità di uccidere, devastare una famiglia, fare un massacro automobilistico. Per fortuna, un furgone della manutenzione autostradale di Imperia riesce a bloccare la marcia dell'autoarticolato; pochi minuti dopo, arrivano anche due pattuglie della Polizia Stradale di Imperia.

UNA BOMBA A OROLOGERIA L'autista professionale, in quanto tale, non poteva bere neppure un goccio di alcol prima di guidare: è la tolleranza zero. Ma all'alcoltest il risultato è esplosivo: addirittura 1,79 grammi di alcol per litro di sangue, contro un limite per guidatori normali di mezzo grammo; oltre la seconda fascia (da mezzo grammo a 0,8 g/l); e perfino ben oltre la soglia più pericolosa che prevede la sanzione massima, cioè 1,5 grammi. Una bomba a orologeria pronta ad esplodere nel video sotto.

ERRORE DA INCUBO Alla guida dell'autoarticolato di una ditta spagnola per cui lavora, c'era S.G.D., autista bulgaro di 51 anni. Uscendo dall'area di servizio Ceriale Sud, in A10 al km 77 tra i caselli di Albenga (SV) e Borghetto Santo Spirito (SV), l'uomo ha imboccato per errore la corsia di entrata, contromano. Ovvio: con una quantità così colossale di alcol in corpo, devi solo stenderti a letto e dormire, anziché andare in autostrada ad ammazzare il prossimo.

AUTOMOBILISTI ECCEZIONALI Gli automobilisti sono stati straordinariamente bravi a mantenere la calma, a fare gli abbaglianti scansandosi: in situazioni del genere, ci sono ampi spazi per commettere un qualsiasi errore dovuto al panico, magari sbandando, o facendo un frontale. Quali soluzioni? Al di là di improbabili controlli in più (se lo Stato non investe, le verifiche per bloccare i camionisti ubriachi saranno sempre poche), forse si potrebbero almeno rivedere gli ingressi in autostrada dalle aree di servizio. O magari rendere fisicamente impossibile l'ingresso contromano in autostrada. O adottare qualche tecnologia particolare: vedi qui. Poi, c'è un discorso molto più delicato: ma per questo signore, uno stragista mancato, quali saranno le pene inferte in Italia (vedi qui)? Quanto tempo starà in galera? Insomma, un camionista o un guidatore (italiano o straniero) sa che, guidando contromano ubriaco, rischia una forte pena detentiva?

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Mercato auto Europa: +9% con il diesel in ripresa

Auto senza assicurazione cosa si rischia

Codice della Strada: la mini riforma slitta al 2020

Black Friday 2019: le offerte FCA durano fino al 2 dicembre