Tesla: le vendite USA rallentano i progetti delle Gigafactory con Panasonic

Secondo un report della rivista Asian Nikkei, la collaborazione tra Tesla e Panasonic per la produzione delle batterie sarebbe già in crisi

12 aprile 2019 - 14:34

Le vendite di Model S e Model X non crescono abbastanza e mettono in crisi i piani congiunti di Tesla e Panasonic, stoppando gli investimenti nelle Gigafactory. Almeno secondo la rivista Asian Nikkei che riporta la notizia di uno stop all’espansione della super-fabbrica di batterie del Nevada e di quella in costruzione a Shanghai. Nell’ultimo trimestre 2018 infatti Tesla ha riportato un profitto considerevole ma nel primo del 2019 pare che le cose cambieranno. Come ha confermato lo stesso Elon Musk, CEO di Tesla, che ha parlato di profitti in calo.

INVESTIMENTI E PROFITTI

Tesla ha sempre cercato di aumentare gli investimenti per un futuro migliore a costo di sacrificare i profitti nell’immediato presente. Purtroppo non sempre ottenendo buoni risultati. Questo è uno dei motivi per cui la Casa americana e Panasonic avrebbero deciso di interrompere l’espansione dello stabilimento del Nevada. Un ampliamento che richiede un investimento pesante e in questo momento rischia di stressare una situazione economica non così stabile.

L’ESPANSIONE CI SARÀ

La Gigafactory americana di Tesla e Panasonic non è ancora completa. L’intenzione delle due aziende era espandere la capacità dell’impianto dagli attuali 35 GWh all’anno ai 54 GWh entro il 2020. Questo permetterebbe di raggiungere i volumi stimati alla nascita anche se oggi la produzione basta a soddisfare il fabbisogno dell’azienda Californana. Dunque anche se il piano è stato  “congelato”, le prospettive di crescita restano intatte e i progetti potranno ripartire nei prossimi anni.

ANCORA INSIEME NEL FUTURO

L’attuale frenata all’espansione della Gigafactory in Nevada e la sospensione degli investimenti per quella di Shangai in Cina da parte di Panasonic non compromettono il rapporto tra le due aziende. La scelta è dovuta al momento di difficoltà finanziario che comunque interessa entrambe. Se Tesla, infatti, non ha mantenuto il trend di vendite, Panasonic ha perso circa 20 miliardi di yen (180 milioni di dollari) nell’anno finanziario appena concluso. Questo ha guidato la decisione di rallentare per far respirare economicamente le due aziende. Senza comunque intaccare la fornitura di batterie e la collaborazione nel futuro.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Daimler: il taglio di 6 miliardi e il futuro senza Nissan-Renault

Automobilisti italiani: il 79,5% afferma di rispettare le regole

Controllo pneumatici: la giusta pressione fa risparmiare 83 euro l’anno