Telecamere in movimento a Roma: faranno le multe anche in doppia fila

Le telecamere in arrivo a Roma filmeranno le infrazioni come la Polizia in autostrada: ecco cosa abbiamo scoperto dopo l'annuncio del comune

4 febbraio 2019 - 13:26

Il comune di Roma ha annunciato un giro di vite sugli automobilisti indisciplinati, con l'arrivo delle telecamere mobili che rileveranno più infrazioni in un colpo solo. E' quanto si capisce dal post face book del Presidente alla Commissione Trasporti e Mobilità dell'amministrazione capitolina. Un sistema di autovelox intelligenti che avrà il compito di fare spazio sulle strade più congestionate perché rallentate dalle auto in doppia fila. Visto che oltre l'annuncio non sono stati rilasciati ulteriori dettagli abbiamo indagato sulle misteriose telecamere in arrivo ed abbiamo scoperto alcune interessanti novità.

L'ANNUNCIO DEL COMUNE Il presidente della commissione Trasporti Enrico Stefàno ha spiegato il punto fermo del Comune nel voler riportare la mobilità per le strade di Roma e aumentare la sicurezza. Mentre è ancora da spuntare l'impegno legato alle buche stradali, il comune si doterà di nuove telecamere che serviranno anche a sanzionare le soste in doppia fila. “Questi dispositivi vanno ad aggiungersi agli street control, utilizzati a bordo delle auto dei nostri vigili urbani – spiega il deputato M5S – proprio per colpire le auto che parcheggiano in doppia fila, davanti ai cassonetti o alle fermate dei mezzi del trasporto pubblico”.

L'IPOTESI SI STRINGE SULLO STREET CONTROL Così come sono stati annunciati, gli autovelox intelligenti in arrivo a Roma dovrebbero avere funzioni molto simili agli Scout Speed. Le telecamere invisibili montate sulle auto di pattuglia che filmano l'infrazione sotto la supervisione degli agenti, che così hanno le prove dell'infrazione prima di procedere alla contestazione immediata. Lo Scout Speed è prodotto dalla stessa azienda che nel 2000 ha lanciato il sistema Provida montato sulle autocivetta delle forze di polizia. Il motivo per cui vi parliamo dello Scout Speed è che nel frattempo al Ministero è in corso di approvazione proprio un aggiornamento delle telecamere mobili intelligenti.

SCOUT SPEED, COSA CAMBIERA' Di questa novità ce ne parla l'ing. D'Antona, Amministratore della Sintel che produce lo Scout Speed, che anticipa l'introduzione delle nuove funzionalità al vaglio del Ministero, seppur smentendo le voci che collegano l'azienda all'annuncio del comune di Roma. Lo Scout Speed sarà più veloce, circa il 60% nella lettura della velocità e della targa e nella segnalazione dell'infrazione – spiega D'Antona. Mentre riguardo alle intenzioni del comune di Roma bisognerà attendere qualche settimana per capire anche le reali capacità operative delle telecamere mobili e cosa cambierà rispetto agli Street Control già in dotazione ai vigili.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Non dissetarsi alla guida fa sbagliare come bere alcolici

Emissioni di CO2 in calo: -4,5% a giugno 2019

Toyota: le auto elettriche in arrivo ma con il supporto della Cina