Soddisfazione dei clienti: la 500 è prima in Germania tra le minicar

Soddisfazione dei clienti: la 500 è prima in Germania tra le minicar Nel sondaggio sul gradimento delle vetture da parte dei clienti tedeschi organizzato ogni anno da J. D. Power & Associates l'utilitaria italiana ha sbaragliato giapponesi e tedesche

Nel sondaggio sul gradimento delle vetture da parte dei clienti tedeschi organizzato ogni anno da J. D. Power & Associates l'utilitaria italiana ha sbaragliato giapponesi e tedesche

19 Giugno 2011 - 05:06

La Fiat 500 è la minicar che raccoglie tra gli automobilisti tedeschi i giudizi più positivi. Lo afferma J. D. Power & Associates, la società di ricerche di mercato americana che raccoglie ogni anno elementi utili ad accertare il grado di soddisfazione tra i proprietari di autovetture. L'utilitaria italiana ha ottenuto il miglior punteggio nella sua categoria, cioé 81,8, lasciandosi alle spalle le concorrenti tedesche e giapponesi che un tempo occupavano i primi posti nella classifica.

ECCO DOVE HA VINTO LA «PICCOLINA» – Il sistema di valutazione di J. D Power & Associates tiene conto di 67 caratteristiche diverse raggruppate in quattro sezioni, ognuna delle quali ha un suo peso ben preciso nel determinare il giudizio complessivo. La prima sezione, che pesa per il 32%, è quella del gradimento della vettura e comprende prestazioni, confort, funzioni e design. La seconda, che comprende qualità e affidabilità, pesa per il 26%, mentre il 22% è riferito all'aspetto costi di gestione (consumi di carburante, manutenzione, riparazioni, assicurazione). L'ultimo aspetto, che conta per un 20%, è legato infine alla soddisfazione nei confronti del concessionario del marchio della vettura. Il primo posto della 500 in Germania è stato ottenuto elaborando i risultati di 17.158 interviste online, ognuna composta di 50 domande poste a chi è risultato proprietario della vettura da almeno due anni. La nostra vettura ha primeggiato soprattutto per il gradimento delle prestazioni, dell'abitacolo e della carozzeria e, sotto il profilo economico, per la sua gestione poco costosa.

Commenta con la tua opinione

X