Volvo lancia la guida autonoma Ride Pilot in California, con abbonamento

Volvo si prepara al debutto della guida autonoma Ride Pilot “senza mani”: dopo i test, il lancio in California sul nuovo SUV 2022

7 gennaio 2022 - 8:55

Volvo ha annunciato la sua versione di autopilot, il sistema di guida autonoma che non prevede il controllo del conducente si chiama Ride Pilot. La guida autonoma che Volvo definisce “senza supervisione del conducente” debutterà sul prossimo SUV elettrico Volvo e i primi clienti a poterla utilizzare saranno in California. Ecco tutti i dettagli anticipati dalla Casa.

VOLVO RIDE PILOT DI SERIE SUL NUOVO SUV ELETTRICO 2022

La guida autonoma Volvo Ride Pilot non prevede che il conducente abbia gli occhi sulla strada, una condizione che presuppone almeno il livello SAE 4 della guida autonoma. La Casa svedese ha annunciato che presenterà la sua funzione di guida autonoma non supervisionata Ride Pilot inizialmente ai clienti dello stato della California. Il debutto è previsto dopo le verifiche di sicurezza per essere utilizzata sulle autostrade. Ride Pilot sarà disponibile, previa sottoscrizione di un abbonamento, sul prossimo SUV elettrico e sulla nuova ammiraglia Volvo nel 2022.

LA GUIDA AUTONOMA VOLVO RIDE PILOT UTILIZZA OLTRE 24 SENSORI

Per la sua prossima generazione di automobili Volvo Cars sta definendo un nuovo standard per la sicurezza, basato su aggiornamenti over-the-air e sensori innovativi. Il software è sviluppato dalla società produttrice di software per la guida autonoma (AD) Zenseact insieme al team interno di sviluppatori di Volvo Cars e di Luminar, uno dei suoi partner tecnologici. Il sistema di rilevamento è costituito da più di due dozzine di sensori. Il sensore LiDAR di Luminar integra la dotazione di cinque radar, otto telecamere e sedici sensori a ultrasuoni del prossimo SUV a trazione solo elettrica di Volvo.

TEST E DEBUTTO IN CALIFORNIA

“Siamo orgogliosi di annunciare il previsto lancio negli Stati Uniti della nostra prima funzione di guida autonoma senza alcuna supervisione” ha dichiarato Mats Moberg, responsabile R&D Volvo Cars. Volvo Cars sta già testando la guida autonoma sulle strade svedesi insieme a Zenseact e sta raccogliendo dati in tutta Europa e negli Stati Uniti. Entro la metà di quest’anno, la Casa automobilistica intende iniziare i test sulle strade della California. Qui il clima, le condizioni del traffico e il quadro normativo creano un contesto favorevole all’introduzione della guida autonoma. “La realizzazione di un nuovo standard di sicurezza richiede che vengano eseguiti test e verifiche rigorosi a livello globale”, ha dichiarato Ödgärd Anderson, CEO di Zenseact. “Il software per la guida autonoma di Zenseact svolge un ruolo fondamentale per questo nuovo standard e l’azzeramento delle collisioni”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Test e-Fuel e Biodiesel: quanto diminuiscono le emissioni auto?

Eccesso di velocità: in Austria confisca del veicolo per chi corre

Audi Q5 45 Sportback: nel test dell’alce non si comporta da SUV