Volvo connesse in 5G, l’accordo è ufficiale in Cina

Volvo investirà nello sviluppo delle auto connesse in 5G, al fianco di Unicom si prepara a lanciare in Cina la tecnologia V2X nel suo maggiore mercato

15 gennaio 2020 - 10:22

Le Volvo e le auto connesse in 5G debutteranno con la tecnologia V2X sul maggiore mercato mondiale del Costruttore, la Cina. Come per tutti i principali attori nel panorama automotive anche Volvo ha dovuto scegliere un partner nell’industria delle telecomunicazioni per far dialogare le auto connesse all’infrastruttura. La novità più interessante è che le Volvo connesse in 5G, con il supporto di Unicom, debutteranno sulla prossima generazione di modelli con piattaforma SPA2.

PERCHE’ LE VOLVO CONNESSE IN 5G IN CINA

Volvo Cars e l’azienda di telecomunicazioni Unicom hanno unito le forze sull’utilizzo della tecnologia di rete mobile 5G per la comunicazione tra Volvo connesse e infrastrutture in Cina. I due partner lavoreranno allo sviluppo e al collaudo di applicazioni automobilistiche della tecnologia V2X sulla rete 5G. La Cina è uno scenario strategico per Volvo perché è il maggiore mercato e un’interessante vetrina per le Volvo connesse di prossima generazione. Inoltre è uno dei Paesi con la più veloce diffusione della rete 5G nelle principali città.

VOLVO CONNESSE E 5G, I VANTAGGI DELLA CONNETTIVITA’

L’accordo tra Volvo e Unicom sulle auto connesse è orientato alla ricerca su diversi fronti, dalla sicurezza al comfort di guida. Ad esempio, quando un’auto riceve alert o rileva problemi di traffico (lavori stradali, congestioni, incidenti), può intraprendere azioni preventive come rallentare o cambiare strada. Le auto connesse in 5G possono anche trovare più facilmente i parcheggi aperti con l’aiuto delle telecamere del traffico. Possono anche comunicare con i semafori per stabilire una velocità ottimale e creare la cosiddetta “onda verde”.

LE PROSSIME AUTO VOLVO CONNESSE IN 5G DALLA SPA2

Tutto questo potremo toccarlo con mano solo sulle prossime Volvo connesse in 5G che si baseranno sulla piattaforma SPA2 (Volvo Scalable Product Architecture di seconda generazione), la piattaforma che è stata introdotta nel 2014 con la Volvo XC90. “Con il 5G, le prestazioni della rete stanno migliorando per consentire molti più servizi critici in tempo reale” ha dichiarato Henrik Green, Chief Technology Officer di Volvo Cars. Nuovi scenari delle auto connesse in 5G che potranno aiutare il conducente ad essere più sicuro e meno stressato alla guida.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Trasformare un'auto in elettrica

Trasformare un’auto in elettrica: in arrivo un bonus del Governo

Parabrezza montato male: cosa succede in caso d’incidente?

Codice della Strada

Codice della Strada: attenti alle ‘bufale’ in rete