Si presenta domani Vite Sicure, un libro che parla anche di SicurAUTO.it

Sarà presentato domani a Roma il libro Vite Sicure scritto dalla giornalista Ilaria Guidantoni e patrocinato dal Centro Studi per la Sicurezza Stradale 3M. Nel libro si parla anche di SicurAUTO.it

14 aprile 2010 - 13:55

Sarà presentato domani a Roma, presso la Sala delle Colonne di Palazzo Marini (Camera dei Deputati), il libro Vite Sicure scritto dalla giornalista Ilaria Guidantoni e patrocinato dal Centro Studi per la Sicurezza Stradale 3M

Il libro tratta il delicato argomento della sicurezza stradale dal punto di vista della comunicazione. La giornalista Ilaria ripercorre gli ultimi dieci anni della storia italiana alla ricerca dei principali soggetti interessati alla materia.

Ci si accorge quindi che dal 2001 ad oggi le cose sono realmente cambiate.

Prima la insicurezza stradale era solo un fatto di cronaca da raccontare, una notizia da “mordi e fuggi” che serviva per alzare l'audience specialmente quando ad essere protagonisti erano “i giovani del sabato sera”.

Piano piano l'attenzione e aumentata e oggi, purtroppo, si è passati da un eccesso all'altro. La sicurezza stradale è diventata di moda (concetto di cui abbiamo discusso più volte sul forum) e pertanto a parlarne si improvvisano un po' di tutti. Questo ha cambiato il modo di approcciarsi al problema e alla fine la cosa importante è che se ne parli.

Tuttavia oggi che la sicurezza non è più un tabù è arrivato anche il momento di procedere ad una vera e propria selezione dei soggetti incaricati di parlarne. La giornalista, in questo suo viaggio virtuale, incontra numerosi personaggi che di comunicazione legata alla sicurezza si occupano con assiduità.

Tra questi Ilaria Guidantoni ha deciso di incontrare anche me, fondatore di questo progetto online. SicurAUTO.it è stato scelto come uno dei due portali maggiormente rappresentativi della sicurezza stradale in rete. Nel libro si mette in evidenza l'attività pioneristica del sito che ormai è arrivato al proprio 10° anno di attività.

L'interessante libro si conclude con un'intervista al pilota di F1 Giancarlo Fisichella che vi proponiamo in anteprima.

Il pilota di Formula Uno che attualmente corre per la Ferrari, Giancarlo Fisichella, citato nel paragrafo dedicato alle Campagne per la sicurezza stradale, Testimonial da anni, ha concesso un'intervista per questo saggio.

Com'è nata la scelta di diventare Testimonial per la sicurezza stradale?

«In Formula Uno discutiamo e ci battiamo per la sicurezza in pista durante ogni Gran Premio. Sono molto sensibile a questo problema e con la mia testimonianza penso di contribuire agli sforzi, che già organi ministeriali mettono in atto, per trasferire la mia esperienza sulle strade.»

Come si è evoluta nel tempo e che bilancio traccia della Sua esperienza in tal senso?

«Ho cominciato qualche anno fa dopo una serie di stragi del sabato sera e mi sono sentito allora di dare il mio contributo. Collaboro con la Provincia di Roma e mi attivo in diversi programmi su scala nazionale.»

Ha cambiato qualcosa nel Suo modo di affrontare la pista e la strada?

«In pista no, ovviamente anche se assieme ai miei colleghi cerchiamo di ridurre i nostri rischi al minimo. Sulla strada mi attengo scrupolosamente alle regole.»

Quale pensa siano i fattori vincenti di un pilota automobilistico nell'impegno per la sicurezza stradale? A Suo parere il Testimonial Fisichella è soprattutto rivolto ai giovani?

«Ai giovani in prima istanza certo, ma anche a quelli non più giovani che forse si sentono troppo sicuri di loro stessi per via di una certa esperienza maturata con l'età. Invece bisogna sempre stare all'erta, perché una distrazione può essere fatale, soprattutto quando con l'età la prontezza di riflessi comincia a scarseggiare.»

Su cosa ha deciso di puntare, in termini scelta di immagini e linguaggio?

«Il linguaggio è tradizionale ma non bisogna mai smettere di comunicarlo: allacciarsi le cinture davanti e dietro, non bere o fare uso di stupefacenti quando si guida e osservare i limiti di velocità…»

La velocità e la sicurezza sono un binomio inconciliabile?

«In pista vinciamo perché siamo i più veloci, sulla strada bisogna dimenticarsi questo concetto, pensando che si vince se si arriva a destinazione.»

Cosa Le sembra colpisca maggiormente l'attenzione di campagne per la sicurezza stradale con un Testimonial sportivo e su cosa occorre puntare?

«La credibilità della persona e gli argomenti affrontati.»

Ha già in mente o Le sono state proposte nuove iniziative nel campo della sicurezza stradale?

«Tra qualche mese sarò protagonista di una nuova campagna ma non posso ancora rivelarne i particolari.»

1 commento

francesco
7:30, 15 aprile 2010

Ad Maiora!!!!!!!!!!!!!!!!!! in bocca al Lupo.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Guida con occhiali: i consigli per farlo in sicurezza

Multe autovelox Ciampino

Multe autovelox: annullate 42 mila sanzioni a Ciampino?

10 errori da non fare con il noleggio auto