Sgominata una banda delle Rca false

La Polizia stradale delle Marche ha scoperto una maxi truffa in campo assicurativo

2 luglio 2013 - 6:00

Non conosce tregua il fenomeno delle Rca false, tanto che si stima in 4 milioni le auto circolanti senza polizza: ora, la Polizia stradale delle Marche ha scoperto una maxi truffa in campo assicurativo ramificata anche in Campania e Lazio.

BEN 53 PERSONE – La stamperia per truffare le Assicurazioni è stata scoperta ad Ancona: dalle polizze Rca auto false ai tagliandi contraffatti, la banda aveva tutto il kit occorrente da vendere e piazzare sul mercato nero. La Stradale ha denunciato 53 persone alle procure della Repubblica di Ancona, Pesaro, Macerata e Ascoli Piceno, mentre 20 auto e 5 veicoli commerciali sono stati posti sotto sequestro. L'indagine coinvolge anche un'ex agenzia assicurativa di Ascoli Piceno.

UN'ANOMALIA AD ASCOLI – È da Ascoli che sono partiti gli accertamenti, dopo la scoperta di un numero anomalo di polizze false. Perquisendo la sede della ex agenzia, gli agenti della Polstrada hanno trovato le matrici dei certificati sequestrati e le matrici originali, già emesse, però mai registrate. Al di là di qualche sporadico caso di clienti che le avevano sottoscritte non sapevano di circolare a bordo di auto prive di assicurazione, secondo il comandante del compartimento di Polizia stradale delle Marche Emilio Guerrini la gran parte degli automobilisti ha pagato consapevolmente documenti falsi, per risparmiare sui premi assicurativi.

IL DRAMMA DELLA PIRATERIA – Infatti, l'industria della Rca falsa fa proprio leva sulla disperazione degli italiani che non riescono ad arrivare a fine mese, e così acquistano tagliandi farlocchi. Col rischio che diventino pirati della strada, ossia che causino un sinistro per poi scappare, pur di non pagare la multa prevista dall'articolo 193 del Codice della strada: oltre al sequestro del mezzo privo di Rca (e la successiva confisca se non ci si mette in regola entro un determinato periodo) e alla sanzione (841 euro se non si paga la polizza nei giorni successivi; una ammenda inferiore se si versa la Rca) il responsabile del sinistro, senza polizza, deve tirare fuori il risarcimento di tasca propria, e possono ballare centinaia di migliaia di euro, specie in presenza di feriti gravi.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Kia Polonia: cartello su auto nuove, l’accusa dell’Antitrust

Incendi veicoli elettrici a Londra: +300% nel 2021

Sciopero 25 febbraio 2022 metro bus

Fermata autobus: regole per veicoli e pedoni