Seat Mii: una moderna e sportiva citycar per muoversi in città

La Seat ritorna nel mondo delle citycar con la Mii, presentando una vettura dai consumi ridotti ma senza rinunciare ad un pizzico di sportività

14 ottobre 2011 - 8:00

In linea con le esigenze di mobilità urbana e di riduzione di consumi ed emissioni, arriverà a breve sul nostro mercato la nuova proposta della Seat: la citycar Mii. Una nuova vettura sviluppata dalla Casa spagnola sulla base della Volkswagen Up, i cui punti forti sono compattezza e bassi consumi, ma senza rinunce all'etica sportiva Seat.

DESIGN ED ESTERNI – Fin dal primo sguardo la nuova Mii rivela la propria appartenenza alla famiglia Seat, esibendo elementi tipici del marchio spagnolo. Partendo dal frontale, balza subito all'occhio la forma a freccia, che esprime il DNA della Casa, mentre il profilo laterale è caratterizzato da generosi passaruota e montanti sottili. Nella parte posteriore spiccano invece i nuovi gruppi ottici dalle caratteristiche forme triangolari, ma il vero e proprio elemento chiave di questo nuovo modello si ritrova nelle proporzioni estremamente compatte: 3,56 metri di lunghezza, 1,64 metri di larghezza ed un passo di soli 2,42 metri, che permettono sbalzi ridotti sia sulla parte frontale, sia sulla parte posteriore. In ultimo, le linee verticali del profilo posteriore contribuiscono a rendere la Mii particolarmente spaziosa e funzionale, offrendo ulteriori pregi difficilmente riscontrabili nel segmento delle supercompatte. In definitiva, le dimensioni ridotte offrono la possibilità di muoversi facilmente nel traffico cittadino, ma grazie alla cura dei dettagli ed un'ampia possibilità di personalizzazione, la vettura cerca di piacere al pubblico non solo per le doti di praticità, ma anche per la sua qualità.

DOTAZIONI ED INTERNI – Nonostante le dimensioni compatte, la vettura garantisce un buona quantità di spazio a bordo, grazie all'ottimizzazione degli interni dell'abitacolo, in grado di assicurare un adeguato confort per quattro persone. La ricerca della funzionalità da parte dei progettisti caratterizza fortemente gli interni, con strumenti e comandi collocati secondo precisi studi ergonomici, mentre la qualità delle finiture e le personalizzazioni disponibili a seconda dei diversi allestimenti, danno alla citycar la possibilità di distinguersi, senza rinunciare ad un piccolo tocco di esclusività. Novità anche per i sedili, che presentano poggiatesta integrati, con due principali scopi: in primo luogo l'intenzione di conferire alla Seat Mii un look da auto sportiva, mentre in un secondo tempo, la possibilità di rendere i sedili confortevoli ed adatti anche alle lunghe distanze. Il bagagliaio presenta invece un volume di carico di circa 251 litri, che diventano addirittura 951 litri una volta abbattuti gli schienali dei sedili posteriori. Per quanto riguarda gli allestimenti, esistono tre possibili scelte ed un'ampia gamma di optional e accessori. Si parte dalla versione base, equipaggiata di serie con elementi in grado di garantire sicurezza e piacere di guida, come ABS, volante regolabile in altezza, airbag laterali ed attacchi Isofix, mentre le versioni di livello superiore sono  costituite dall'allestimento Reference e Style, quest'ultimo caratterizzato da particolari più esclusivi. Inoltre, per chi preferisce una Mii dal carattere più elegante o più sportivo, è possibile scegliere tra due pacchetti speciali che offrono ampie possibilità di personalizzazione, sia per la carrozzeria, sia per gli interni. Entrambe le opzioni offrono cerchi in lega e volante rivestito in pelle di serie. Nello specifico, la versione Chic offre alcuni dettagli cromati ed un tocco più esclusivo, mentre la Sport si concentra sulle doti dinamiche e su altri particolari estetici, offrendo i vetri oscurati ed un sistema di sospensioni sportive, in grado di migliorare l'handling della vettura, migliorando di conseguenza il suo comportamento su strada. Sarà disponibile a richiesta anche un sistema di infotainment dedicato, costituito da uno schermo a 5″ rimovibile ed utilizzabile anche fuori dalla vettura, che integra numerose funzioni come: un sistema di navigazione, un dispositivo vivavoce Bluetooth con comandi vocali ed il computer di bordo.

SICUREZZA – Oltre alla buona dotazione di serie precedentemente citata, la nuova Seat Mii offre alcune soluzioni tecniche d'avanguardia, particolarmente utili dal punto di vista della sicurezza attiva. Un'innovazione unica in questo segmento è infatti rappresentata dal sistema di frenata automatica City Safety Assist, da noi già citato sulla nuova Skoda Citigo. In caso di pericolo, questo dispositivo consente alla vettura di avvertire il conducente o eventualmente di frenare automaticamente sino alla velocità di circa 30 km/h. È inoltre disponibile a richiesta un sistema ESP sviluppato appositamente per l'utilizzo in combinazione al City Safety Assist. L'impiego di una struttura leggera per la carrozzeria, realizzata con acciai ad alta resistenza e, in alcuni punti, con acciai temprati, consente infine di contenere il peso della vettura, con un valore di appena 854 Kg (riferito alla versione base). Infine, gli ottimi materiali impiegati nella costruzione della struttura, garantiranno una buona rigidità della carrozzeria, andando ad elevare il livello di sicurezza passiva. 

MOTORI – Sotto il cofano motore, la Mii presenta propulsori di ultima generazione, rappresentati dal nuovo tre cilindri a benzina da 1 litro disponibile nelle due varianti da 60 e 75 CV (44 e 55kW), particolarmente leggero e compatto, e capace di far muovere la vettura con disinvoltura nel traffico (complice il peso contenuto). Per quanto riguarda il sistema di trasmissione, è previsto un cambio manuale a cinque rapporti di serie, mentre sarà poi possibile ottenere un cambio robotizzato a richiesta. Degni di nota anche i consumi, che secondo la Casa sono quantificabili in appena 4,5 e 4,7 l/100 km nel caso del ciclo combinato. Di conseguenza, i ridotti consumi di questi propulsori e la capienza del serbatoio, pari a 35 litri, garantiscono una buona autonomia ed un costo di esercizio ragionevole in qualsiasi condizione d'uso. Da ricordare la presenza della versione Ecomotive, particolarmente efficiente grazie al sistema Start & Stop, al recupero dell'energia e ad altri accorgimenti, che consentono di ridurre i consumi fino ai valori di 4,2 litri/100 km, con emissioni di CO2 pari a soli 97 g/km. In futuro, è prevista anche una versione a metano, che secondo la Casa permetterebbe di emettere appena 86 g/km di emissioni di CO2, valori di tutto rispetto dal punto di vista ambientale.

IN VENDITA – La nuova Seat, promette in definitiva di arricchire il mercato delle citycar con un'alternativa interessante, capace di coniugare buone doti di sicurezza e costi di gestione assai ridotti, mantenendo a bassi livelli anche i valori emissivi, il tutto senza rinunciare al confort ed alla possibilità di personalizzare a proprio piacimento la vettura. Tutte buone carte da giocare sul mercato, che renderanno sicuramente appetibile quest'auto, a patto di mantenere un prezzo ragionevole, che sfortunatamente non è ancora stato comunicato. La commercializzazione del nuovo modello è prevista nella primavera del 2012, subito dopo la presentazione in Spagna attesa per il mese di dicembre 2011.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

colonnine ricarica ue

Colonnine di ricarica con POS: la proposta del Parlamento UE

Blocco traffico Roma 4 dicembre 2022: orari e deroghe

Ricarica CCS vs NACS: la presa Tesla è “rischiosa” per i Costruttori