Salone di Ginevra 2013: Lexus punta tutto sulla nuova IS 300 ibrida

La nuova Lexus IS Hybrid veste da sportiva ma il frontale aggressivo è attento alla sicurezza dei pedoni

12 marzo 2013 - 7:00

Al Salone di Ginevra 2013 il brand di lusso Toyota lancia la nuova Lexus IS, la berlina premium dall'animo sportivo che abbina prestazioni a emissioni green.

BRAND IDENTITY – L'anteprima europea della nuova Lexus IS rappresenta un'apoteosi di arte e tecnologia, presentando la berlina compatta con elementi di design che identificano il marchio di fabbrica giapponese. A cominciare dalla griglia anteriore affusolata fiancheggiata dalle luci diurne a led DRL a “L”, simbolo del Costruttore. Il nuovo frontale non ha solo un aspetto più aggressivo e dinamico poichè dietro la sua forma affusolata si nasconde un'attenta ricerca per la sicurezza dei pedoni. La superficie anteriore è stata ridotta notevolmente e il profilo è stato abbassato per ottimizzare la funzione di sollevamento del cofano (Pop Up Hood) in caso d'impatto.

ANCHE IL CLIMA E' TOUCH – I tecnici giapponesi hanno rivisto anche le proporzioni della nuova struttura per migliorare il comfort e l'abitabilità per i passeggeri. La lunghezza cresce di 8 cm, di cui 7 a favore del passo, arrivando a misurare complessivamente 4.665 mm. Grazie al posizionamento strategico delle batterie al litio sotto al pianale del bagagliaio, i passeggeri hanno più spazio per le ginocchia (circa 8 cm). Nonostante il riposizionamento delle batterie, il bagagliaio è cresciuto di 72 litri, riuscendo ora a contenere un volume totale di 450 litri. L'abitacolo è dominato da rivestimenti soft touch dalla plancia anteriore fino alla consolle posteriore, per garantire lo stesso comfort ai passeggeri sia davanti sia dietro. Il clima interno è controllato dal nuovo climatizzatore bi-zona con comandi elettrostatici sensibili al tatto. Lo sfioramento di un dito che scorrere sulla consolle può regolare la temperatura aumentandola o abbassandola di 0,5 gradi alla volta.

BASSA COME UNA COUPE' – Il guidatore può contare su una posizione di guida più sportiva con il punto d'anca abbassato di 2 cm, l'angolazione verticale del volante ridotta di 3 gradi e il raggio di avvicinamento al sedile aumentato di 23 mm. Potrebbe essere interessante la funzione Drive Mode Select trasferita dalle GS e LS, che varia l'illuminazione del display multifunzione dal blu al rosso in base alla modalità di guida selezionata. Considerando la natura eco-compatibile della nuova IS Hybrid, si poteva impiegare questo sistema per informare il guidatore se il suo stile di guida era più o meno attento ai consumi e alle emissioni, peccato.

SOTTO I 100 g/KM – Il sistema full hybrid unisce un potente motore elettrico da 105 kW e 143 CV a un nuovo motore benzina 2.5 4 cilindri a ciclo Atkinson da 181 CV, equipaggiato con sistema di iniezione D-4S, VVT-i e sistema di Ricircolo dei Gas di Scarico (EGR). La trazione posteriore avviene tramite la Trasmissione Elettronica a Variazione Continua (E-CVT), che controlla  la potenza totale di 223 CV e 164 kW dei due motori. La nuova IS Hybrid ha un'accelerazione da 0 a 100 km/h in 8,3 secondi e una velocità massima di 200 km/h autolimitata, ma dichiara un consumo medio di 4,3 l/100km con emissioni di appena 99 g di CO2/km.

PEDONI AL SICURO – La sicurezza dei passeggeri è garantita da 8 airbag di serie su tutte le versioni e dai dispositivi integrati nel Vehicle Dynamics Integrated Management (VDIM) che integra i vari sistemi di frenata, trazione, stabilità e sospensione, applicandoli insieme per garantire prestazioni di guida ottimali. Inoltre saranno disponibili il sistema di Abbaglianti Automatici (AHB), il Lane Departure Alert (LDA),il Blind Spot Monitor (BSM) e il sistema Rear Cross Traffic Alert (aiuta i clienti a uscire in retromarcia dai parcheggi in parallelo). Come le più sofisticate berline europee, anche Lexus si equipaggia del sistema di Sicurezza PreCrash (PCS), che aiuta a scongiurare il rischio di collisioni e ridurne gli effetti sui passeggeri quando rileva un impatto imminente. Come anticipato in apertura, il nuovo frontale alloggia il sistema di sicurezza Pop Up Hood (PUH) che solleva il cofano di 7 cm al fine di assorbire l'impatto con la testa del pedone investito. Per guidarla bisognerà aspettare la prossima estate, quando arriverà anche nelle concessionarie italiane.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Citroën cambia Brand Identity: nuovo logo dal 2023

Test gomme invernali 2022 – 2023

Multa per parcheggio vicino a incrocio: quanto si paga?