Richiamo Dieselgate Volkswagen: al via per 90 mila Audi e Seat in Germania

Sospeso il richiamo della Passat, il Gruppo Volkswagen passerà alle Audi A4, A5, Q5 e Seat Exeo coinvolte nello scandalo emissioni

21 aprile 2016 - 10:02

Ancora un passo in avanti nella vicenda Dieselgate per Volkswagen, che dopo lo stop delle vendite della Passat (leggi qui le difficoltà nell'aggiornamento della Volkswagen Passat) ha cominciato a richiamare alcuni modelli di Audi e Seat. Secondo le stime di Volkswagen, il dieselgate si risolverà entro la fine del 2016.

COMINCIATI GLI INTERVENTI Ad essere richiamate in officina, per una nuova ondata di interventi contro il famigerato defeat device, sono le Audi A4, A5 e Q5 assieme alle Seat Exeo, in totale 90.000 auto europee (leggi qui tutte le vetture che verranno richiamate a seguito del dieselgate). Tutti i modelli in questione montano il motore 2 litri siglato come EA 189, che vedrà un aggiornamento del software che in officina non dovrebbe richiedere più di 30 minuti. Una delle grandi domande che ci si è sempre posti dall'avvio delle riparazioni è se i motori manterranno le stesse prestazioni, o verranno penalizzati dal punto di vista prestazionale e/o dal punto di vista dei consumi (leggi qui perché non sono garantite le stesse prestazioni dei motori richiamati).

MOTORI DIVERSI INTERVENTI DIVERSI Non è solo il propulsore da 2 litri ad essere interessato dai richiami del gruppo, ma lo sono anche i motori 1.6 e 1.2. In termini di interventi l'unità che richiederà un lavoro più oneroso è senza dubbio il 1.6, poiché oltre alla modifica software dovrà essere installato un tubo supplementare per regolare il flusso di aria, anche se il tutto dovrebbe richiedere comunque meno di un'ora di lavoro. Dormono sonni (relativamente) più tranquilli i possessori dei 2.0 e 1.2 litri, che dovranno spendere meno tempo in officina per far rivedere semplicemente il software di funzionamento. Il Gruppo prevede di risanare gli 8.5 milioni di auto europee entro la fine del 2016, con un totale di 13 ondate di richiami.

COME TI FERMO LA PASSAT (MA SOLO LEI?) All'interno di un Gruppo, com'è noto, c'è la possibilità di interscambiare i motori tra i vari brand, adottando così politiche di adattamento e contenimento costi. Nel contesto Dieselgate questo ha portato a dubitare non solo dei motori della stessa Volkswagen ma anche dei brand affiliati, Seat, Audi e Skoda in primis. Dopo un iniziale avvio positivo con le Amarok (leggi qui i primi passi per risanare il problema dieselgate) le Passat hanno incontrato problemi a tal punto da dover bloccare la distribuzione. Eppur qualcosa non torna. I diesel 2 litri che sulle Passat non passano i test sono gli stessi che montano Audi e Seat sulle auto appena interessate dagli aggiornamenti, che quindi dovrebbero aver risolto ogni problema. Adesso le possibili ipotesi sono due: o le operazioni di Audi e Seat riscontreranno gli stessi problemi avuti da Volkswagen (aumento dei consumi) e verranno bloccate a loro volta, oppure il gruppo ha preso troppo alla leggera la ricerca di una soluzione e ne abbia quindi proposta una non del tutto corrispondente alle richieste degli organi accertatori.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Sciopero 10 ottobre 2022

Sciopero 10 ottobre 2022 trasporto pubblico: orari e fasce garantite

Giovani al volante: perché non rispettano le regole?

Preventivass: l’agente non deve usarlo se l’ha già fatto il cliente