[Renault Clio 2] – Stefano Agarbati

Nel mese di Agosto 2006 a cusa di un incidente stradale, con la mia auto Renault Clio 1.5 CDI ho impattato frontalmente alla velocità di circa 70Km/h, contro un gard-rail doppio, nell’impatto non a funzionato niente: pretenzionatori, airbags adattivi, interruzione del flusso del carburante, di fatti l’auto nonostante il forte impatto è rimasta in moto. […]

6 Settembre 2011 - 01:09

Nel mese di Agosto 2006 a cusa di un incidente stradale, con la mia auto Renault Clio 1.5 CDI ho impattato frontalmente alla velocità di circa 70Km/h, contro un gard-rail doppio, nell’impatto non a funzionato niente: pretenzionatori, airbags adattivi, interruzione del flusso del carburante, di fatti l’auto nonostante il forte impatto è rimasta in moto.

Nell’impatto ho riportato lesioni gravi al volto e contusioni al torace e spalla con due mesi di prognosi, rischiando per altro di perdere la vita.

Ho provveduto ad inoltrare formale denuncia querela alle competenti Autorità in quanto l’ auto è stata oggetto di alcuni transiti documentati, presso officine autorizzate Renault per problemi elettrici–elettronici.

Cordiali saluti
Stefano Agarbati

——————————————————
Aggiornamento del 25.2.2008

Segnalo, in riferimento a quanto accaduto ad Agosto 2006, con il mancato funzionamento di tutto il sistema di sicurezza passivo e attivo alla velocità di 70km/h della mia Renault Clio 1.5 dci del 200.

Su mia richiesta il Tribunale di Perugia a disposto una perizzia tecnica (CTU).

Il CTU un ingegnere conosciuto a Perugia ha commesso alcuni errori materiali e omissioni favorendo con questo palesemente la Renault Italia.

Il primo errore consiste nel calcolo della decelerazione espressa in G, il coseno di un angolo a 30gradi è di 0,87 il Ctu nominato dal Tribunale, ha affermato nella perizzia giurata che è di 0.47 dimezzando di fatto il fattore G, favorendo palesemente la Renault, che ha dichiarato che la centralina non ha rilevato l’impatto!

Nella relazione del CTU, è stato altresì amesso che indossavo le cinture come da verbale della Polizia Stradale, che al pronto soccorso sono stato sottoposto a radiografie all’emitorace sinisto per verificare se avevo riportato fratture costali, a causa della forte contusione alla spalla e al torace, fortunatamente solo molti lividi.

Non ci sono parole per definire il comportanento del CTU, con le sue affermazioni ha indotto un danno ulteriore alla mia persona, oltre la ferita cranio facciale deturpante al volto di 10 centimetri. Sarà mia cura far valere le proprie ragioni nelle sedi opportune.
Distinti saluti, Agarbati Stefano

Commenta con la tua opinione

X