PSA: è ufficiale l'accordo da 400 milioni per produrre in Iran

Peugeot si è ripresa il suo mercato asiatico di punta: produrrà auto più moderne a Teheran con Khodro al 50%

22 giugno 2016 - 9:49

Il Gruppo PSA ha chiuso un accordo con l'iraniana Iran Khodro per produrre inizialmente tre modelli di auto direttamente in Iran, sfruttando la fine dell'embargo imposto dall'ONU a causa del nucleare. Avevamo annunciato questa prospettiva su SicurAUTO.it già da qualche mese, e si è rivelata veritiera (leggi del riavvicinamento del Gruppo PSA al mercato iraniano).

LA FINE DELL'EMBARGO La conclusione dell'embargo imposto dall'ONU all'Iran ha aperto la strada ad una serie di trattative che potrebbe far esplodere il mercato automobilistico del paese, considerando sia la poca diffusione delle auto – sei volte minore rispetto alla media europea – sia una classe media che sta cominciando a guardare con interesse questo settore, attendendo con ansia nuovi modelli. Il Gruppo PSA ha approfittato di questa situazione economico-politica per reintrodursi direttamente sul territorio, stringendo un accordo con l'azienda Iran Khodro per la produzione di modelli direttamente in loco.

TRE MODELLI PER COMINCIARE Gli accordi tra le due realtà industriali sono giunti ad un vertice secondo il quale il Gruppo produrrà direttamente in Iran tre modelli per cominciare: la Peugeot 208, la 2008 e la 301 Compact. Le auto saranno prodotte con la maggior parte delle componenti direttamente fabbricate in Iran, manovra che permetterà una cospicua riduzione del costo al pubblico, e la vendita del primo modello è prevista per Febbraio 2017, con lo scopo di arrivare a produrre 200.000 auto l'anno dal 2018 per il mercato iraniano e per le esportazioni verso il Medio Oriente.

GLI ACCORDI E LE SANZIONI Per riprendere gli accordi lasciati in sospeso tempo addietro PSA dovrà sborsare ben 427 milioni di dollari come penale per aver improvvisamente tagliato i ponti con Iran Khodro nel 2012 (leggi come i milioni sborsati da PSA potrebbero servire a potenziare gli impianti in Iran), anche se questa cifra non è mai stata confermata appieno dal colosso francese. Intanto la joint venture con la realtà locale prevedrà uno sforzo alla pari per la produzione industriale, quantificato quindi in cifre pari al 50% per entrambi i colossi.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto nuove, prezzi sino a +24% rispetto al listino negli USA

Trasporto auto elettriche: servono navi speciali “antincendio”

Auto nuove: i sistemi di sicurezza fondamentali per Global NCAP