Presentate a Monza due iniziative legate al metano per autotrazione

Tre ragazze girano l'Italia con una Mercedes 200 E NGT e 11 flotte aziendali misurano consumi ed emissioni delle loro flotte a metano

28 novembre 2011 - 13:37

Nella rombante cornice del “Monza Rally Show” s'è tenuto il 26 novembre un doppio appuntamento che ha avuto per protagonista il metano da autotrazione. Proprio al famoso autodromo, infatti, ha fatto tappa il 1° “Giro d'Italia a metano”, organizzato da Eni e Mercedes Benz con una vettura E 200 NGT. Inoltre, è stata presentata la “Settimana del metano”, ideata da “Metauto Magazine”, la rivista degli utenti delle auto a gas naturale, sempre in collaborazione con Eni. Ecco i conteuti delle due iniziative.

TRE RAGAZZE, 2.300 KM E UNA MERCEDES A GAS – Il “Giro d'Italia a Metano” è partito da Bari il 24 novembre e terminerà la sua corsa il 1° dicembre al Motor Show di Bologna, dove alle 15.40 si terrà una conferenza stampa che parlerà delle finalità e dei risultati del tour. Oltre alla tappa di Monza, il “Giro”, che attraverserà la penisola  percorrendo oltre 2.300 km tra strade e autostrade, prevede quelle di Roma, Firenze e Bolzano. Protagonista del viaggio, destinato a promuovere la diffusione del metano come carburante “ecologico”, è una Mercedes Benz E 200 NGT (Natural Gas Technology), la berlina a metano che fa parte della gamma della casa tedesca ed è regolarmente in vendita. L'equipaggio della macchina è composto da tre avvenenti ragazze: Rebecca Koslovi, studentessa d'arte al Dams, Laura Bartoli (che studia invece giurisprudenza a Bologna) e Caterina Paolinelli, attrice lucchese che vive nella capitale. «Ecosostenibilità, tecnologia e innovazione – ha dichiarato a Monza l'ingegner Marco Toletti, direttore della divisione Gas & Power di Eni – sono le colonne portanti della nostra attività in questo ambito».

LE FLOTTE MISURANO CONSUMI ED EMISSIONI – La seconda iniziativa presentata all'appuntamento di Monza è stata la “Settimana del metano”, ideata per verificarne concretamente i vantaggi  monitorando i consumi e le emissioni dei veicoli così alimentati nell'ambito delle flotte di 11 aziende che hanno deciso di affiancare ai veicoli diesel anche quelli alimentati a metano. La fase di rilevazione dei valori presi in considerazione è terminata proprio oggi (28 novembre) e i risultati saranno ampiamente resi noti da Eni e da Metauto Magazine sempre al Motor Show di Bologna, il prossimo 1° dicembre.

RETE IN AUMENTO – La rete distributiva italiana di metano per autotrazione conta attualmente circa 850 stazioni di rifornimento dei quali 500 erogano gas fornito dall'Eni. È previsto che la rete cresca di altre 150 stazioni entro la fine del 2012, arrivando quindi a un migliaio di punti di rifornimento. C'è da augurarsi che l'incremento dei distributori avvenga in modo da aumentare anche la loro capillarità, che certo non è uniforme sul territorio. In tutta la provincia di Potenza, per esempio, gli impianti sono solo tre, mentre ne risultano in attività appena due in provincia di Agrigento, uno in provincia di Udine e Aosta e nessuno in quelle di Enna e Isernia.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Frenata automatica: ancora molti limiti nei test AAA da 50 km/h

Ztl Roma orari mappa permessi

Ztl Roma oggi in centro: mappa e come funziona

Misure antismog Emilia-Romagna

Emilia-Romagna: stop diesel Euro 3 dall’1 ottobre 2022 (ed Euro 4 nel 2023)