Pneumatici non omologati: multa di 3000 euro e sequestro

Multe fino a 3.119 euro e sequestro per chi produce, importa o vende pneumatici non omologati. Lo provede da un anno il CdS, ma dovete stare attenti.

12 settembre 2011 - 13:00

Giro di vite per chi produce per il mercato nazionale, importa o commercializza pneumatici senza la prescritta omologazione o approvazione. Il Nuovo Codice della strada (modificato dalla legge 120 del 2010) stabilisce infatti dall'anno scorso per le imprese che incorrono nelle violazioni appena indicate sanzioni da 779 a 3.119 euro, il sequestro e la confisca dei pneumatici non omologati.

RICHIA ANCHE CI COMPRA – Chi produce, importa o commercializza pneumatici senza omologazione – osserva Federpneus (Associazione Nazionale Rivenditori Specialisti di Pneumatici) – espone poi a pesanti sanzioni anche i suoi clienti. Infatti per chi circola con gomme, nuove o ricostruite, non omologate, il Codice della Strada prevede una multa da 80 a 318 euro, ma con le modifiche introdotte dalla legge 120 di cui si è detto sopra, l'automobilista che venga colto a circolare con pneumatici non omologati può vedersi sequestrare sequestrare il veicolo, visto che non è possibile rimuovere gli pneumatici direttamente su strada. Il Ministero dell'Interno, infatti, è intervenuto con una circolare in cui chiarisce agli organi preposti al controllo “fermo restando le diverse disposizioni che potranno essere impartite in sede provinciale dalle rispettive Prefetture, di procedere al sequestro, con la materiale sottrazione a chi lo detiene, del dispositivo non omologato o non approvato soltanto laddove ciò sia tecnicamente possibile senza pregiudizio per la sicurezza del veicolo e sia compatibile con i tempi e le modalità del servizio”. Quindi anche se non dovesse esservi l'immediato materiale smontaggio dei pneumatici non omologati non vi è da stare allegri perché scatta il sequestro amministrativo dell'intero veicolo.

OCCHIO ALL'OMOLOGAZIONE – L'intervento del legislatore è particolarmente importante se si considera la funzione di assoluta preminenza dei pneumatici nella sicurezza stradale. Per gli operatori disonesti è scattato quindi un forte deterrente, mentre per gli automobilisti vi è l'esigenza di verificare di essere in regola con quanto prescritto dalla legge. Farlo non è molto difficile. Il pneumatico omologato riporta una apposita marcatura costituita da una “E” maiuscola in un cerchio o una “e” minuscola in un rettangolo, seguita da un numero che indica il paese che ha rilasciato l'omologazione. Se qualcuno ha però dei dubbi o vuole comunque essere assolutamente sicuro, suggerisce Federpneus, i rivenditori specialisti di pneumatici possono fornire la necessaria assistenza, ma solo se si tratta di rivenditori onesti… In questo periodo in cui molti si accingono a cambiare gli pneumatici con gomme invernali (o estive, a seconda delle regioni) è importantissimo stare con gli occhi aperti. E' bene ricordare che anche viaggiare con gomme diverse da quelle riportate nel libretto di immatricolazione dell'auto comporta delle sanzioni.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Safety Days 2022

Safety Days 2022: zero vittime della strada in 12 Paesi UE

Targhe estere UE boccia il divieto

Targa personalizzata auto: si può avere in Italia?

Offerte auto con rottamazione

Offerte auto con rottamazione: ottobre 2022