Pneumatici fuori uso PFU: raccolte 45 mila tonnellate nel 2021

Gli pneumatici fuori uso PFU raccolti da Ecotyre sono il 101% del minimo legale nel 2021: una parte di questi diventerà gomma per nuovi pneumatici

23 maggio 2022 - 10:06

Il ritiro di pneumatici fuori uso di EcoTyre ha permesso di sottrarre allo smaltimento abusivo una quantità complessiva di gomme pari a quasi 45 mila tonnellate nel 2021. Un ruolo crescente ai fini dell’economia circolare degli pneumatici auto è dovuto a progetti di raccolta straordinaria come PFU Zero, che ha contribuito al ritiro di oltre il doppio delle gomme destinate allo smaltimento rispetto al minimo stabilito dalla legge.

PNEUMATICI FUORI USO PFU ECOTYRE RITIRATI NEL 2021

Nel 2021 sono stati raccolti 44.761.754 kg di pneumatici fuori uso PFU in Italia. Di questi, circa 42 milioni provengono dalla rete nazionale del ricambio (gommisti), 2 milioni e mezzo dagli autodemolitori ACI e il restante dai ritiri straordinari associati al progetto PFU Zero. Il Consorzio unisce 783 Associati a dicembre 2021, tra soci italiani, europei e internazionali per la gestione del fine vita degli pneumatici nuovi che immettono sul mercato ogni anno. Il valore economico generato da questa attività è di circa 14 milioni di euro, che equivale a un’industria di medio grandi dimensioni, con un totale di 110 risorse impiegate tra dipendenti diretti e indiretti.

COME FUNZIONA IL RITIRO PNEUMATICI FUORI USO PFU ECOTYRE

L’organizzazione EcoTyre è basata su:

127 EcoTyre Partner;

109 Logistic Partner – aziende specializzate nella logistica di ritorno;

18 Recycling Partner che si occupano del trattamento e recupero.

Nel 2021 sono stati effettuati 18.057 ritiri presso 14.095 officine e gommisti sparsi su tutta la penisola, il 66% dei quali è di piccole dimensioni (con ritiri mediamente inferiori a 300 PFU). Il Consorzio comunica un indice di puntualità medio, ossia la garanzia di effettuare il ritiro entro la data concordata, dell’82% nei centri urbani e del 78% nelle aree periferiche. La raccolta è svolta con una logica di prossimità: gli pneumatici fuori uso PFU raggiungono l’impianto di trattamento più vicino, riducendo km percorsi, costi ed emissioni inquinanti. EcoTyre inoltre dichiara che il 95% dei mezzi su cui viaggiano i PFU sono omologati Euro 5 o Euro 6.

NUOVA GOMMA DAGLI PNEUMATICI FUORI USO PFU ECOTYRE

EcoTyre è tra le prime realtà ad essersi posta l’obiettivo ambizioso di completare il ciclo della circolarità della gomma, ossia di rendere possibile l’impiego di gomma devulcanizzata, direttamente derivante da pneumatici fuori uso PFU, in nuove mescole di gomma utilizzabili per la produzione di pneumatici ed altri prodotti. Il progetto si chiama “Da Gomma a Gomma” e ad oggi è alla fase 4.0 cioè al processo di industrializzazione grazie alla partnership con importanti soggetti industriali. Come anticipa il Consorzio, nel prossimo triennio è prevista la diffusione di questi pneumatici nella flotta EcoTyre.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Gomme invernali 2021-2022

Gomme invernali 2022 – 2023: ordinanze autostrade

Traforo Gran Sasso

Traforo Gran Sasso: chiusura, lunghezza e pedaggi 2022 – 2023

Traffico 7 e 8 dicembre 2022: le previsioni per il Ponte