Colonnine elettriche in Europa

Pirelli: la ricarica per auto elettriche arriva nelle officine

La ricarica delle auto elettriche e Plug-in arriva nelle officine Pirelli Driver d’Europa: la collaborazione, con Enel X, parte dall’Italia

11 giugno 2021 - 9:12

Era solo questione di tempo affinché la ricarica delle auto elettriche diventasse un servizio offerto anche nelle autofficine, come abbiamo anticipato nell’indagine sulla manutenzione di auto elettriche e ibride. L’annuncio di Pirelli conferma che l’aftermarket si è pronto, forse con qualche anno di ritardo per via dell’emergenza Covid-19. Presto chi porterà l’auto elettrica o ibrida plug-in in officina per un controllo o il cambio gomme potrà anche ricaricarla. Ecco cosa prevede l’accordo tra Pirelli Driver e Enel X.

COLONNINE DI RICARICA NELLE OFFICINE PIRELLI D’EUROPA

La collaborazione tra Pirelli ed Enel X si inserisce in un piano europeo per lo sviluppo dei servizi Driver per l’e-mobility. Il piano, infatti, prevede, oltre all’installazione delle colonnine di ricarica, anche corsi di formazione specifici per i rivenditori. Le colonnine di ricarica del centro Pirelli Driver saranno di diverse potenze a seconda delle caratteristiche del territorio e del volume di traffico del centro. In particolare, Enel X offrirà ai concessionari Driver tariffe comprese tra 22 KW e 50 KW di potenza, in grado di ricaricare più auto contemporaneamente. Il piano partirà dall’Italia per poi estendersi anche a Spagna e resto d’Europa.

L’ACCORCO TRA PIRELLI ED ENEL X SULLE AUTO ELETTRICHE

Se il Pirelli Driver Center sceglie di installare colonnine di ricarica accessibili al pubblico, queste compariranno sulle app di diversi Mobility Service Provider, incluso JuicePass di Enel X. L’app permette di individuare le colonnine di ricarica più vicine, prenotarle, pagarle e monitorare costantemente l’andamento della ricarica del veicolo. Ad oggi sono 13.000 i punti di ricarica installati da Enel X in tutta Italia che includono anche la tecnologia HPC (High Power Charging).

PIRELLI A ZERO EMISSIONI DI CO2 DAL 2030

Come altri Costruttori di pneumatici, Pirelli ha sviluppato una gamma specifica per auto elettriche chiamata Pirelli Elect caratterizzata da una bassa resistenza al rotolamento per ottimizzare l’autonomia della batteria delle auto elettriche. L’attività per la riduzione della Carbon Footprint coinvolge il Reparto di Ricerca e Sviluppo nelle aree che riguardano sia materiali sia processi. Entro il 2025 Pirelli punta a ridurre le emissioni assolute di CO2 del 25% rispetto al 2015 e utilizzare il 100% di energia elettrica rinnovabile. Il gruppo vuole raggiungere la neutralità carbonica nel 2030 sia per l’energia elettrica che per quella termica.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Sicurezza stradale: lo spettacolo “I Vulnerabili” va in DAD

Auto usata: le 5 truffe più diffuse da cui stare alla larga

Green Pass Covid

Green Pass Covid: come funziona e come ottenere la Certificazione verde