Michelin senza aria dal 2024: la verità sulle gomme che non si forano

Dal 2024 saranno di serie le gomme senza aria Michelin sulle auto General Motors: ecco come stanno realmente le cose

5 giugno 2019 - 11:45

Negli ultimi tempi le gomme senza aria hanno fatto bella mostra in occasione delle kermesse internazionali, ma Michelin e General Motors hanno rotto gli indugi annunciandola produzione in serie. Si chiama Michelin Uptis, lo pneumatico tutto in uno che non si fora mai e sarà montato sulle auto GM tra qualche anno. Vediamo perché si dovrebbe montare una gomma che non utilizza l’aria al posto di uno pneumatico tradizionale.

SULLE AUTO DAL 2024

La ruota-pneumatico Uptis pronta alla produzione in serie (Unique Puncture Proof Tire System) è stata rivelata al Movin’On di Montreal in collaborazione con General Motors e deriva dal prototipo di qui vi abbiamo parlato qui. In questo progetto Michelin e General Motors hanno messo a punto la gomma senza aria come equipaggiamento per la Chevrolet Bolt, (venduta fuori dall’Italia anche in EU). La Chevy Bolt infatti è l’auto su cui General Motors dovrebbe effettuare i test su strada in Michigan prima della produzione in serie. Il Costruttore americano ha infatti fatto sapere che dal 2024 la gomma senza aria Michelin sarà equipaggiata su diversi modelli. Ecco l’anteprima video delle Michelin Uptis qui sotto.

MENO MANUTENZIONE FREQUENTE E PIU’ SICUREZZA

Il vantaggio di avere uno pneumatico senza aria è chiaramente la sua teorica indistruttibilità. Di sicuro le forature non rientreranno più tra le cause di panne considerando che non è più l’aria in pressione a sostenere il peso dell’auto, come spiega il video qui sotto. Oltretutto non servirà più effettuare il controllo frequente della pressione di gonfiaggio: aspetto molto più importante che semplifica la vita degli automobilisti privati ma aumenta anche la produttività di flotte e auto aziendali.

SI POTRA’ RIUTILIZZARE FINO A 6 VOLTE

Dal punto di vista energetico invece le Michelin Uptis permettono di limare i consumi di carburante in eccesso dovuti alla guida con pneumatici sgonfi. Ma ci si aspetta anche un abbassamento notevole della quantità di PFU (Pneuamtici Fuori Uso) destinati al riciclo e smaltimento poiché la carcassa si potrà utilizzare fino al doppio delle volte rispetto a una carcassa normale.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Tariffe taxi da e per gli aeroporti

Tariffe taxi da e per gli aeroporti: quanto si paga in Italia

Auto elettriche e SUV: perché il costo dell’assicurazione è più alto

Tutor autostrade 2019

Tutor autostrade 2019: mappa dispositivi da riattivare o già attivi