Gli pneumatici connessi avranno un VIN come le auto

Michelin presenta ad Autopromotec 2022 gli step degli pneumatici connessi con RFID entro il 2024 e l’alleanza GDSO

31 maggio 2022 - 12:41

Michelin ha presentato ufficialmente ad Autopromotec 2022 gli obiettivi dell’alleanza GDSO (Global Data Service Organization for Tyres and Automotive Components) per la diffusione della tecnologia RFID negli pneumatici con uno standard condiviso dai principali produttori e aziende tra le principali realtà dell’IAM.

ANCHE GLI PNEUMATICI AVRANNO UN VIN DIGITALE

La tecnologia RFID a cui Michelin e altri produttori di pneumatici stanno lavorando da qualche tempo, ha trovato con la GDSO (alleanza tra Bridgestone, Continental, Goodyear, Michelin e Pirelli) un’accelerazione   sulla definizione di standard per l’interscambio dei dati. Gli pneumatici con RFID comunicano a un ecosistema per creare innovazione e valore aggiunto per i clienti, prevalentemente flotte LCV, ma in futuro anche auto. Il VIN elettronico degli pneumatici sostituirà le informazioni e le caratteristiche che oggi sono riportate sulle etichette e sarà implementato tramite un chip in sola lettura, quindi non potrà essere falsificato o alterato.

COME FUNZIONANO GLI PNEUMATICI CONNESSI CON RFID

L’RFID è una tecnologia standardizzata per l’identificazione attraverso un chip elettronico passivo che può scambiare dati con un lettore tramite segnali a radiofrequenza (RF). I tag RFID incorporati negli pneumatici permettono di identificare in modo affidabile le gomme e creare servizi e soluzioni basati sui dati connessi. Ecco come funziona e quali sono i componenti:

Chip e antenna sono annegati nello pneumatico durante le fasi di produzione o aggiunti come toppa in post produzione;

Identificatore ID univoco contiene prefisso aziendale, riferimento articolo e numero di serie;

Cloud che gestisce i dati associati a ciascun ID pneumatico (SGTIN96);

MICHELIN: TUTTI GLI PNEUMATICI CONNESSI ENTRO IL 2024

I produttori di pneumatici hanno già raggiunto un accordo sul protocollo di comunicazione RFID, sul formato del numero di serie dello pneumatico (SGTIN96) e sulla definizione di altri dettagli che riguardano le etichette e i metodi di prova di conformità. Per facilitare l’accesso ai dati sugli pneumatici connessi tramite ID elettronico e RFID, i produttori di pneumatici hanno creata l’organizzazione no profit GDSO. Lo scopo di questa alleanza è fornire un servizio informativo che consenta di recuperare i dati associati a ciascun ID pneumatico (SGTIN96) nel relativo database. I dati standardizzati possono essere comunicati tramite accesso pubblico o privato grazie a un’API standard. “ll nostro obiettivo è collegare tutti gli pneumatici per autovetture, autocarri leggeri, autocarri pesanti e autobus entro il 2024, ha annunciato Michelin.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto nuove: il prezzo giusto per gli italiani è sino a 30 mila euro

UNECE: nel 2023 due nuovi regolamenti per la sicurezza dei pedoni

stellantis modello distribuzione europa

Stellantis: le auto a basse emissioni più vendute in Italia nel 2022