Omologazione ruote e cerchi: dal 1° ottobre scatta l'obbligo per tutti

Dal 1° ottobre, tutti i cerchi immessi sul mercato dovranno essere omologati. Scopri come riconoscere quelli illegali

23 settembre 2015 - 9:00

Dopo lunghe traversie, ci siamo. Dal 1° ottobre, tutti i cerchi immessi sul mercato dovranno essere omologati. L'obbligo dell'omologazione delle ruote è previsto dal decreto numero 20 del 10 gennaio 2013 del ministero delle infrastrutture e dei trasporti che regolamenta i sistemi ruote in Italia. Il decreto è stato oggetto di proroga, fino al 31 dicembre 2014, e deroga, fino al 30 settembre 2015, per lo smaltimento delle scorte di magazzino. Dal 1° ottobre 2015, possono essere venduti in Italia solo cerchi omologati secondo il decreto (omologazione NAD) o secondo il Regolamento europeo UN/ECE 124.

STANDARD CERTI – “Un traguardo molto importante che ridisegnerà il mercato – ha dichiarato Corrado Bergagna, presidente di Assoruote (Associazione italiana produttori di ruote) -. Le aziende serie hanno sempre prodotto ruote sicure e di qualità, ma una regolamentazione che determina standard minimi per tutti tutela maggiormente la circolazione stradale e l'automobilista. L'adeguamento al decreto ruote ha richiesto un grande impegno e molte risorse da parte dei produttori, soprattutto in una fase storica così segnata dalla crisi economica, ma era necessario normare il sistema ruota quale elemento essenziale per la sicurezza del veicolo”.

QUALI REGOLE – Il decreto 20 si applica alle ruote destinate ai veicoli M1 (auto) e M1G (fuoristrada): veicoli per trasporto persone con almeno 4 ruote e massimo 8 posti a sedere, oltre al sedile del conducente. La norma riguarda le ruote diverse dalle ruote originali e dalle ruote sostitutive del costruttore del veicolo. L'omologazione NAD prevede che le ruote debbano essere accompagnate da un certificato di conformità rilasciato dal costruttore del sistema ruota. Inoltre il gommista che installa cerchi omologati NAD deve rilasciare una dichiarazione di corretto montaggio.

MARCHIO INDELEBILE – Ogni ruota omologata NAD o ECE deve riportare il marchio di omologazione in modo leggibile e indelebile oltre alle altre marcature previste dall'UN/ECE 124. Il decreto apre anche le porte al light tuning dando la possibilità, in caso di omologazione NAD, di personalizzare l'auto con ruote e pneumatici diversi da quelli riportati sulla carta di circolazione senza il nulla osta del costruttore del veicolo. In allegato, la scheda che mostra le differenze tra due cerchi: uno non omologato; e uno con le marcature corrette.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto usate: gli italiani preferiscono ancora le diesel

Pneumatici nuovi: emettono idrocarburi per 3.000 km

Incidenti stradali in Europa: 6 mila bambini, le vittime in 10 anni