Nuova Alfa Mito. Ecco i dettagli rubati in anteprima

E' tempo di aggiornamenti per la piccola del Biscione. Seguendo le orme della nuova 500, la Mito vuole mantenersi fresca. Vediamo cosa cambierà

8 settembre 2015 - 10:55

Avvistata completamente nuda anche se non nella sua interezza, la nuova Alfa Mito compare per la prima volta in quella che dovrebbe essere la veste definitiva del suo restyling. Un aggiornamento che non dovrebbe cambiare molto nello stile della citycar italiana, ma che dovrebbe aiutarla a rimanere à la page. Ci sarà anche un po' di Giulia in questa Mito con il logo rivisto del marchio. 

VITTIMA DEI PAPARAZZI – Nel mondo dell'automobilismo, è difficile che un costruttore possa nascondere le sue novità prima della presentazione ufficiale. Alfa non fa eccezione alla regola. In effetti, i nostri colleghi di autoblog.gr sono stati in grado di avvistare e fotografare un esemplare definitivo della Mito restyling parcheggiata in un garage aperto a metà. Siamo ancora più fortunati visto che l'auto in questione, oltre ad essere esposta alla vista di tutti, era completamente “nuda”, senza camuffamenti, il che ci permette di capire come sarà il model year 2016 della nuova citycar grazie a queste prime due foto spia. 

RESTYLING PIU' PREMIUM? – Ultimamente, la piccola di Casa Alfa viene testata nei pressi della fabbrica, il che anticipa un suo arrivo pressoché imminente. L'aggiornamento di mezza età sarà decisamente leggero e quasi impercettibile (per chi non ha l'occhio esperto) rimanendo nella stessa filosofia di quella adottata sulla nuova Fiat 500. Ma andando ad analizzare più da vicino queste due immagini spia, notiamo che il design della griglia frontale a nido d'ape sembra leggermente rivisto e dovrebbe utilizzare d'ora in poi delle cromature più evidenti (novità che tuttavia potrebbe essere applicata solamente su allestimenti specifici) e potrebbe essere complessivamente poco più generoso in dimensioni. L'inquadratura del frontale non ci permette di commentare più di tanto poiché non siamo in grado di vedere la parte restante del paraurti, ma anche le due griglie inferiori dovrebbero essere riviste discretamente.

LOGO RIVISTO – Spostandoci più nel posteriore invece, sembra che la zona intorno all'area del portatarga sia nera opaca, la stessa colorazione utilizzata anche sulla parte inferiore del paraurti. La luce fendinebbia e le luci di retromarcia ora adottano uno stile completamente bianco e sono legate da un listello cromato (ancora una volta, non sappiamo se questa soluzione verrà applicata su tutti i modelli o solo su alcuni più top di gamma). Ultimo ma non in ordine di importanza, anche la parte finale del portellone sembra integrare un particolare cromato, mentre poco più in alto vediamo come Alfa Romeo abbia inserito il suo nuovo emblema, visto per la prima volta sulla nuova Giulia. Possiamo dire ora che il facelift della Mito è giunto alla fase conclusiva di sviluppo (o quasi) ed è quindi molto probabile che questo “nuovo” modello possa essere presentato prima della fine dell'anno e fare il suo debutto al Salone di Ginevra che si terrà in terra elvetica a marzo 2016. Un discreto aggiornamento per dare una rinfrescata alla Mito prima di giungere ad un vero e proprio modello nuovo.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto nuove, prezzi sino a +24% rispetto al listino negli USA

Trasporto auto elettriche: servono navi speciali “antincendio”

Auto nuove: i sistemi di sicurezza fondamentali per Global NCAP