Mercato auto: 2022 negativo in Europa, Italia ultima tra i big market

Mercato auto: 2022 negativo in Europa, Italia ultima tra i big market

I dati di vendita del 2022 certificano un calo del mercato in Europa con l'Italia che, tra i "big market", fa segnare il calo più marcato

18 Gennaio 2023 - 19:00

Il mercato auto in Europa chiude il 2022 con un leggero calo delle immatricolazioni, nonostante un buon mese di dicembre. Nello stesso, l’Italia fa segnare un rallentamento significativo che si traduce nel calo percentuale più marcato tra i 5 “big market” europei. Questi sono due degli elementi principali che emergono dai dati definitivi sulle immatricolazioni in Europa (mercato UE, area Efta e Regno Unito) pubblicati nella giornata di oggi. La chiusura in negativo del 2022 era un elemento già ampiamente previsto, considerando i risultati degli ultimi mesi ed anche il dato del mercato italiano non stupisce e segue un recente report di ACEA che ha confermato l’età avanzata del parco circolante in Italia. Vediamo, quindi, tutti i dettagli relativi agli ultimi dati sulle vendite di auto in Europa.

MERCATO AUTO: IMMATRICOLAZIONI IN CALO DEL -4,1% IN EUROPA NEL 2022

Partiamo dai dati globali del mercato europeo. Il 2022 si è chiuso in negativo (nonostante una crescita del +14,8% a dicembre 2022). Complessivamente, il mercato delle quattro ruote in Europa ha fatto segnare 11,28 milioni di unità vendute nel 2022, confermandosi ancora una volta al di sotto di quota 12 milioni di unità come già era avvenuto nel 2021. Il confronto tra i dati del 2022 e quelli del 2021 conferma, inoltre, un calo del -4,1% delle vendite in Europa. Tale calo è leggermente più marcato (-4,6%) se si limita l’analisi al solo mercato UE dove le vendite complessive si sono fermate a 9,25 milioni di unità.

IL MERCATO AUTO IN ITALIA A PICCO NEL 2022

Come già anticipato dai dati ufficiali pubblicati ad inizio gennaio, il 2022 è stato un anno molto negativo in Italia. Il nostro mercato ha registrato 1,35 milioni di unità vendute con un calo del -9,5% rispetto ai dati del 2021. Il calo arriva nonostante un buon mese di dicembre (+20,3%). Nella classifica dei “big market” europei, l’Italia chiude al quarto posto per volumi complessivi ma fa registrare il calo percentuale più marcato rispetto al 2021.

– Germania: 2,65 milioni di unità vendute con una crescita del +1,1% rispetto al 2021

– Regno Unito: 1,61 milioni di unità vendute con un calo del -2% rispetto al 2021

– Francia: 1,52 milioni di unità vendute con un calo del -7,8% rispetto al 2021

– Italia: 1,35 milioni di unità vendute con un calo del -9,5% rispetto al 2021

– Spagna: 813 milioni di unità vendute con un calo del -5,4% rispetto al 2021

Complessivamente, i 5 “big market” europei fanno registrare 7,9 milioni di unità vendute (quindi circa il 70% delle vendite complessive in Europa) con un calo del -3,9%. Da segnalare come il calo percentuale dell’Italia sia particolarmente marcato, non solo rispetto alla media europea. Solo 5 mercati europei, infatti, registrano un calo peggiore delle immatricolazioni nel corso del 2022. Il grafico qui di seguito riassume nel dettaglio i risultati percentuali dei vari mercati europei.

mercato auto europa

LE ELETTRICHE NON SFONDANO IN ITALIA: IL MERCATO PREFERISCE ALTRE AUTO

Tra i vari elementi emersi dall’analisi dei dati di vendita del 2022 pubblicata da Unrae c’è un evidente problema legato alla diffusione delle auto elettriche e, in misura minore, delle auto plug-in hybrid. Il mercato auto italiano, infatti, è l’unico tra i 5 big market europei in cui le vendite delle elettriche sono in calo. Ecco i dati:

– Germania: 470 mila unità vendute con un incremento del +32,2% rispetto al 2021

– Regno Unito: 267 mila unità vendute con un incremento del +40% rispetto al 2021

– Francia: 203 mila unità vendute con un incremento del +25,3% rispetto al 2021

Italia: 49 mila unità vendute con un calo del -26,6% rispetto al 2021

– Spagna: 30 mila unità vendute con un incremento del +29%

Gli incentivi auto, attivi dallo scorso maggio 2022, non hanno, quindi, sortito gli effetti sperati. Con il 2023 ed il ritorno dell’ecobonus, senza sostanziali novità rispetto all’anno precedente, c’è il serio rischio che le vendite delle elettriche continuino su volumi molto contenuti. Per sostenere la diffusione delle auto elettriche potrebbe giocare un ruolo importante il nuovo progetto del Governo che sfrutterà oltre 700 milioni di euro del PNRR per finanziare i costi di realizzazione (fino al 40%) di 7.500 infrastrutture di ricarica super rapida (da 175 kWh) e 13 mila di ricarica rapida (da almeno 90 kW). In merito al progetto, Il Direttore Generale di Unrae, Andrea Cardinali, sottolinea: “L’UNRAE esprime soddisfazione per l’approvazione dei due decreti per la realizzazione di oltre 21.000 colonnine di ricarica per veicoli elettrici entro i prossimi 3 anni, in centri urbani e superstrade pur non potendo conoscere i dettagli del Decreto che non sono ancora disponibili”

MERCATO AUTO: LA CLASSIFICA DEI BRAND PER UNITA’ VENDUTE NEL 2022 IN EUROPA

Dando uno sguardo all’andamento dei singoli brand sul mercato auto in Europa arrivano diverse conferme. Il Gruppo Volkswagen si conferma, infatti, leader del mercato con oltre 2 milioni di unità vendute ma con un calo del -5,7% rispetto al 2021. Nel frattempo, Stellantis chiude in seconda posizione ma deve fare i conti con un tracollo delle immatricolazioni, in calo del -13,7%. In calo anche il Gruppo Renault che si ferma a 1,06 milioni di unità vendute con un calo del -2,9%. Giù dal podio, di una manciata di unità, il Gruppo Hyundai che cresce del +4,2%. La tabella di seguito riassume i dati completi.

mercato auto europa

Commenta con la tua opinione

X