Le 5 curiosità del nuovo logo Volkswagen che costerà miliardi nel mondo

Volkswagen cambia logo con la gamma elettrica, una novità ricca di dettagli e curiosità che avrà effetti sui concessionari in oltre 150 Paesi nel mondo

10 settembre 2019 - 11:39

Parlare della nuova ID.3 elettrica al Salone di Francoforte potrebbe addirittura essere riduttivo per la nuova Volkswagen che si presenta con il nuovo logo. Non che l’auto elettrica dal prezzo contenuto sia marginale sotto i riflettori di Francoforte, ma dietro il nuovo logo Volkswagen si celano altrettante curiosità sul futuro della Casa. Ecco le 5 cose da sapere sul nuovo logo Volkswagen che progressivamente vedremo in tutte le concessionarie nel mondo. E quello dei costi per le concessionarie è forse l’aspetto più scomodo, su cui comunque Volkswagen ha stemperato i timori.

LA NUOVA VOLKSWAGEN SEMPLICE FIN DAL NUOVO LOGO

Era da tempo che Volkswagen programmava questo nuovo capitolo, fatto di fiducia, semplicità ed efficienza. L’ha proclamato da tempo con la nuova gamma di veicoli elettrici ID e l’ha celebrato ufficialmente al Salone di Francoforte con il nuovo logo. A guardarlo di nota subito che il design rievoca il passato: è bidimensionale e piatto ma con un nuovo tono di blu.

PERCHE’ E’ SPARITO IL CROMO DAL NUOVO LOGO VOLKSWAGEN

Questa caratteristica si presterà bene all’effetto emozionale che dovrà innescare il logo: via il cromo da tutti i loghi e una luce metterà in risalto il nuovo logo Volkswagen presso i rivenditori e sulle prossime auto. “Nel nuovo design del marchio, abbiamo creato un’autentica piattaforma di comunicazione per la presentazione emotiva della mobilità elettrica.” Ha dichiarato Klaus Bischoff, Chief Designer di Volkswagen.

IL PRIMO LOGO VOLKSWAGEN SONORO

Guardando alla semplicità del nuovo logo Volkswagen non si direbbe che dietro c’è il lavoro di 19 team interni e 17 agenzie esterne che in 9 mesi hanno lavorato alla nuova immagine Volkswagen. Dopo 82 anni dalla sua fondazione, Volkswagen ha il suo primo logo sonoro. Una curiosità che permetterà di riconoscere il marchio anche senza guardarlo.

IL NUOVO LOGO VOLKSWAGEN “FEMMINILE”

Per la prima volta nella storia, tra le curiosità legate al nuovo marchio Volkswagen non sarà legata a una voce maschile. Come non si può ricordare il tono deciso e virile del motto “Das Auto” eliminato poi dalle pubblicità dopo il dieselgate nel mondo. Storia passata: i nuovi spot con il nuovo logo saranno accompagnati da una voce femminile. “Su quasi tutti i mercati, una donna con una voce calda, piacevole e sicura parlerà per Volkswagen”.

“IL NUOVO LOGO NON COSTERA’ TROPPO”, PAROLA DI VOLKSWAGEN

Quando un grande Brand presente in tutto il mondo cambia badge, la novità ha effetti pesanti sui costi della sua rete. Volkswagen ad esempio è presente in 171 mercati in 154 paesi, ma promette che l’adozione del nuovo logo “avverrà utilizzando un approccio ottimizzato in termini di costi e di risparmio delle risorse”. Si partirà subito con le sedi e i rivenditori in Europa dove sarà esposto il nuovo logo, poi si vedrà in Cina ad ottobre. A partire dal 2020 il nuovo logo sarà adottato gradualmente in base ai mercati, prima in Nord e Sud America e poi nel resto del mondo. “Il costo per i rivenditori sarà mantenuto il più basso possibile. Afferma Volkswagen “In termini architettonici, non ci saranno cambiamenti all’interno delle concessionarie.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Le migliori Case che sanno vendere meglio le auto nel 2019

Conversione patente estera

Conversione patente estera conseguita prima dei 18 anni: ok dal MIT

Gomme invernali obbligatorie: le ordinanze neve 2019 – 2020