Hyundai e lo stop allo sviluppo dei motori termici: perché sorprende?

Hyundai verso l’addio definitivo ai motori a combustione: ecco i motivi su cui stanno ragionando tutti i Costruttori di veicoli

29 dicembre 2021 - 15:00

Hyundai Motor Group chiuderà il Centro di sviluppo motori termici presso la sua sede principale R&D in Corea. La notizia non ancora ufficializzata è stata diffusa da diversi media locali, come BusinessKorea e ripresa da varie testate. In realtà la rivisitazione del Centro R&D era già nei piani del gruppo Hyundai e adesso vi spieghiamo perché non dovrebbe destare tanta sorpresa.

CENTRO DI RICERCA E SVILUPPO HYUNDAI IN COREA

Il Namyang Research Center Hyundai si trova in Corea del Sud e occupa circa 12 mila esperti che lavorano allo sviluppo di nuove tecnologie e modelli. La notizia circolata nelle scorse ore dice che il Centro di sviluppo dei motori endotermici lascerà il posto alla divisione di sviluppo di power train elettrici, in risposta alla volontà del gruppo di non produrre più modelli equipaggiati con motore ICE. Come riportano i media locali la nuova organizzazione prevede:

– l’Electrification Development Team, al posto del Powertrain Team;

– il Battery Development Center, per la ricerca incentrata sullo sviluppo di batterie;

HYUNDAI DICE ADDIO AI MOTORI A COMBUSTIONE: ECCO PERCHÉ

Perché questa notizia non dovrebbe stupire, soprattutto gli addetti ai lavori specializzati nel mondo automotive? Ecco alcune possibili spiegazioni:

– Innanzitutto perché è la decisione che la maggior parte dei Costruttori da mass-market si troverà a prendere prima o poi. La prima difatti è stata Toyota ad annunciare prima l’abolizione dei motori diesel, poi a presentare la gamma di veicoli esclusivamente elettrici in arrivo entro il 2030 su cui investirà 35 miliardi di dollari;

– I divieti di produrre e vendere auto nuove a benzina e diesel dal 2030, anche se nelle intenzioni di molti Paesi, sono elementi cruciali su cui i Costruttori costruiscono i piani d’investimento futuri. Che senso avrebbe spendere risorse per sviluppare prodotti e tecnologie dalla vita breve? Oltre poi ai limiti sempre più stringenti di emissioni di CO₂ e agli impegni del Fit for 55;

La recente crisi dei chip e la dipendenza dalla Cina per l’approvvigionamento di componenti essenziali ha dato una sonora lezione ai maggiori Costruttori che ora stanno convogliando investimenti nella produzione di semiconduttori in casa;

RIORGANIZZAZIONE HYUNDAI AL CENTRO DI RICERCA E SVILUPPO ANNUNCIATA

La verità – sempre che Hyundai renderà ufficiale il suo cambio di rotta – è che la riorganizzazione del Centro di Ricerca e Sviluppo in Corea era già nei programmi del gruppo. Con due anni di anticipo, l’obiettivo del gruppo era proprio creare “una struttura capace di anticipare le evoluzioni del mercato e semplificare il processo di sviluppo del veicolo. “Le unità di progettazione ingegneristica, ingegneria assistita da computer e tecnologia di test saranno organizzate dal sistema di veicoli del Gruppo composto da telaio, carrozzeria, elettronica automobilistica e unità tecnologiche di trasmissione”, riporta un Comunicato Hyundai non recente. “L’integrazione semplificherà il processo di sviluppo accelerando la comunicazione e il processo decisionale”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto elettriche: in Germania il crollo peggiore di tutta l’Europa

Noleggio autobus con autista: servizi, prezzi e preventivo gratis

Move-In Emilia Romagna

Move-In Emilia Romagna: come funziona dal 1° gennaio 2023