Bridgestone progetta le gomme senza aria

Non più pneumatici, ma copertoni senz'aria. Bridgestone presenta la sue gomme del futuro, riciclabili al 100%

12 dicembre 2011 - 9:00

Lo pneumatico, la cui radice stessa della parola rimanda all'aria presente all'interno, presto potrebbe non esistere più ed essere sostituito da una gomma “riempita” di resine plastiche e materiali compositi.

ALL'INTERNO RESINE E POLIMERI – Al 42° Salone dell'Auto di Tokio la casa giapponese rivela di lavorare a un prototipo in avanzata fase di sviluppo che riguarda una gomma per auto priva di aria. Il contenuto della gomma è composto da una serie di tasselli realizzati in una speciale resina plastica dalle interessanti caratteristiche fisiche. La sua principale qualità, infatti, è la malleabilità, che la rende facilmente lavorabile quando riscaldata ad alte temperature e particolarmente stabile a temperatura ambiente. A differenza di altri prototipi visti negli anni scorsi, il nuovo prodotto, per il quale non è ancora stata ufficializzata la data di commercializzazione, sarà possibile produrlo su larga scala.

RICICLABILE AL 100% – Proprio il materiale di cui è composto permette al “non- pneumatico” di essere riciclabile al 100% in quanto al termine del suo ciclo di vita, ovvero quando il battistrada è consumato sotto la soglia consentita, basterà rimodellarlo in una nuova gomma. Gli pneumatici odierni, infatti, hanno tra le loro pecche proprio la difficoltà nello stoccaggio e smaltimento una volta logori. Il largo utilizzo di questo prototipo, quindi, qualora verrà comprovata la totale sicurezza stradale offerta dal progetto, potrebbe avere ampie e sensibili ricadute sull'ecosostenibilità dell'intero parco auto mondiale.

PIÙ SICUREZZA, IN TEORIA – Trattandosi ancora di un prototipo, non siamo in grado di esprimerci circa la sicurezza offerta dalla nuova gomma Bridgestone in materia di tenuta di strada e indici di carico. Tuttavia, questi copertoni dovrebbero offrire il vantaggio di non essere soggetti a forature accidentali o a variazioni di pressione interna dovuta alle temperature ambientali. È presumibile che, una volta prodotte, le gomme recheranno stanpigliate sulla spalla delle indicazioni circa la pressione sopportabile, perché ogni modello di vettura ha bisogno di differenti pressioni dello pneumatico. Quindi, basterà acquistare un copertone adatto alla propria auto. La semplice domanda che ci poniamo è come queste gomme potranno adattarsi alla pressione che uno stesso veicolo richiede in differenti condizioni di marcia, per esempio a pieno carico o completamente scarico. Aspettiamo quindi una prova su strada.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Frenata automatica: ancora molti limiti nei test AAA da 50 km/h

Ztl Roma orari mappa permessi

Ztl Roma oggi in centro: mappa e come funziona

Misure antismog Emilia-Romagna

Emilia-Romagna: stop diesel Euro 3 dall’1 ottobre 2022 (ed Euro 4 nel 2023)