Nissan presenta I2V, la realtà aumentata per vedere al buio

Vedere come i gatti e guidare con maggiore sicurezza anche senza illuminazione: Nissan anticipa la tecnologia che aiuta il conducente

7 gennaio 2019 - 21:00

Negli ultimi anni le case automobilisitiche si stanno dando battaglia anche sul fronte tecnologico. In questa dimensione Nissan anticipa le novità che esporrà al prossimo Ces 2019 di Las Vegas. L'evento cult del settore tech è diventato nel tempo tappa obbligatoria per i brand dei motori. Il sistema “Invisible-to-Visible”, o I2V, è una tecnologia creata nell'ambito della Nissan Intelligent Mobility, la roadmap strategica del brand che mira a guidarlo verso il futuro della mobilità. Il sistema I2V combina le informazioni trasmesse da sensori esterni ed interni al veicolo con i dati provenienti dal cloud dedicato. In questo modo, oltre a rilevare l'area immediatamente circostante alla vettura, il sistema prevede gli scenari che il driver si troverà ad affrontare.

L'INVISIBILE DIVENTA VISIBILE In occasione del Consumer Electronics Show (CES), Nissan svelerà la propria vettura che aiuterà i guidatori a “vedere l'invisibile”. Un simile traguardo sarà reso possibile coniugando il mondo reale e quello virtuale per dare vita a un'esperienza nuova in materia di auto connessa. Il modello proposto si chiama “Invisible-to-Visible”, abbreviato I2V, e si tratta di una tecnologia creata nell'ambito della Nissan Intelligent Mobility, la roadmap strategica del marchio. La tecnologia I2V mostrerà ai visitatori del CES un'esperienza di coinvolgimento tridimensionale e interattiva che si fonda sui pilastri del V2X. Il link tra veicoli ed infrastruttura stradale è la chiave del futuro dell'auto connessa ed autonoma (Leggi in arrivo le norme europee sul V2X). Nel caso specifico il sistema I2V combina le informazioni trasmesse dai sensori esterni ed interni al veicolo con i dati provenienti dal cloud dedicato. In questo modo, oltre a rilevare l'area che circonda la vettura, il sistema è in grado di prevedere la scenario che si prospetta davanti al guidatore, mostrando addirittura elementi celati da un edificio o una curva.

GUIDA CONNESSA Il modello I2V apre le porte a molteplici servizi e opzioni di comunicazione, promettendo una guida più confortevole e sicura grazie alla realtà aumentata. “Mostrando l'invisibile, la tecnologia I2V aumenta la sicurezza del guidatore e rende la guida più piacevole”, ha spiegato Tetsuro Ueda, Expert Leader presso il Nissan Research Center ed ha aggiunto che “Le funzionalità interattive creano un'esperienza commisurata agli interessi e allo stile di guida personali, in modo che tutti possano usare il veicolo in base alle proprie esigenze.” Il sistema Omni-Sensing di Nissan raccoglie in tempo reale i dati sul traffico e sull'area attorno e all'interno del veicolo. La raccolta e l'analisi dei dati sul contesto stradale garantisce l'ottimale funzionamento del sistema di assistenza alla guida semiautonomo ProPILOT. La tecnologia riproduce uno spazio virtuale a 360° intorno alla vettura, per fornire informazioni quali, ad esempio, le condizioni della strada e degli incroci, la visibilità, la segnaletica e la presenza di pedoni.

MONDO VIRTUALE Novità assoluta il mondo virtuale Metaverse. Familiari, amici o altri passeggeri possono essere visualizzati a bordo dell'auto sotto forma di avatar tridimensionali riprodotti dalla realtà aumentata per tenere compagnia o fornire assistenza. Addiriddura, quando si visita un luogo nuovo, il sistema può cercare all'interno di Metaverse una guida locale esperta che comunichi in tempo reale con i passeggeri le caratteristiche della località. Durante la guida manuale, il sistema I2V trasmette una accurata sovrimpressione nel campo visivo del guidatore con informazioni che permettono al guidatore di valutare e gestire al meglio situazioni quali curve a visibilità limitata, condizioni del fondo stradale irregolare o traffico in senso contrario (Leggi Volkswagen investe nelle auto connesse di Volvo). Oltre alle informazioni sul traffico e sui tempi di percorrenza stimati, il sistema I2V è in grado di comunicare dettagli sul percorso migliore, per esempio indica la corsia più scorrevole in situazioni di traffico intenso, utilizzando la mappatura dei dati locali in tempo reale tramite Omni-Sensing.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Auto elettriche: la ricarica bidirezionale taglierà i costi delle colonnine?

Batterie auto elettriche: 7 Paesi europei si uniscono per tagliare i costi

Auto usate: gli italiani hanno speso 7 mila euro in più nel 2018