Monopattini elettrici biciclette

Monopattini elettrici come biciclette: via libera alla circolazione su strada?

Un emendamento alla Legge di Bilancio 2020 equipara i monopattini elettrici alle biciclette. Significa via libera alla circolazione su strada superando le attuali restrizioni?

10 dicembre 2019 - 13:10

La commissione Bilancio del Senato ha approvato l’emendamento di Italia Viva (a firma Comincini, Conzatti e Nannicini, ndr) che equipara finalmente i monopattini elettrici alle biciclette”. L’annuncio sui social del deputato renziano Luciano Nobili segna una possibile svolta per la regolamentazione dei micromezzi, che in caso di ok anche dall’Aula renderebbe praticamente libera la circolazione su strada dei monopattini, finora sottoposta alle severe restrizioni del Decreto Toninelli.

MONOPATTINI ELETTRICI COME BICICLETTE PER IL CODICE DELLA STRADA?

In sostanza la nuova norma stabilisce che per le regole della circolazione i monopattini elettrici sono uguali ai velocipedi (biciclette). E poiché le bici, comprese quelle a pedalata assistita, possono circolare quasi dappertutto, rispettando ovviamente il Codice della Strada, è facile immaginare che anche i monopattini potranno liberamente percorrere i medesimi tragitti. Senza gli attuali vincoli che limitano la circolazione dei monopattini elettrici alle aree pedonali, alle piste ciclabili, ai percorsi ciclopedonali, alle zone 30 e alle strade con limite di velocità non superiore a 30 km/h. E solo nelle città che hanno ufficialmente avviato la sperimentazione con apposita delibera comunale (Milano per esempio l’ha avviata soltanto lunedì 9 dicembre 2019). Ma, soprattutto, senza il pericolo di incorrere in multe da migliaia di euro.

L’EMENDAMENTO NOBILI SOSTITUISCE IL DECRETO TONINELLI?

Quindi d’ora in poi sarà tana libera per tutti? In qualsiasi luogo e in qualunque città? Noi, per il momento, consigliamo di andarci piano. Al di là dei toni trionfalistici utilizzati dall’on. Nobili, che comunque si sta battendo da tempo per la diffusione in Italia della micromobilità elettrica e sostenibile, sono ancora da chiarire diversi punti. Innanzitutto l’emendamento alla Legge di Bilancio 2020 che equipara i monopattini elettrici alle bici è stato approvato dalla commissione Bilancio del Senato, ma per il via libera definitivo c’è bisogno del Sì dell’Aula. E si sa che talvolta nel passaggio dalla commissione all’Assemblea gli emendamenti possono svanire nel nulla o subire modifiche anche sostanziali. Ma la questione più importante è un’altra: questo provvedimento integra o sostituisce il Decreto Toninelli?

MONOPATTINI ELETTRICI E BICI: DIVERSE QUESTIONI IRRISOLTE

La domanda non è campata in aria perché un emendamento che in pratica introduce la circolazione libera dei monopattini elettrici, come si concilia con un decreto che include mille paletti? Ma non solo: è previsto che per essere considerati velocipedi i monopattini non dovranno superare i limiti di potenza e velocità definiti dal DM dello scorso giugno  (0,50 kW e 20 km/h, ma solo 6 km/h nelle aree pedonali). Come si valuteranno, quindi, i dispositivi che superano questi limiti? Senza tralasciare che nell’emendamento vengono citati espressamente solo i monopattini elettrici, senza alcun riferimento a segway, hoverboard e monowheel, gli altri micromezzi menzionati nel decreto. Sono tutti quesiti da chiarire al più presto per non generare confusione tra gli utenti ma anche tra chi dovrà vigilare sul rispetto delle norme.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Multa con Autovelox annullabile

Autovelox mobili: qual è la distanza minima tra segnale e postazione?

Acquisto auto nuova: come dovrebbe essere in una concessionaria auto

Rotonde al posto degli incroci negli USA: -90% di incidenti mortali