Modulo blu: c'è anche quello personalizzato

Esiste anche il Modulo blu quello dei carrozzieri indipendenti: comprende una guida che facilita la compilazione

30 aprile 2014 - 11:00

Cosa è più prezoso del Modulo blu per fare la constatazione amichevole in caso di incidente? Nulla. È su quel documento che si gioca la partita del risarcimento: se viene compilato in modo corretto, e se emergono le responsabilità del sinistro, si hanno maggiori probabilità che il rimborso sia equo e rapido.

DI CHE SI TRATTA – Il Modulo blu è un modulo standard, accettato da tutte le imprese assicuratrici, con cui dare la nostra versione dei fatti suffragata magari dalla versione dell'altro conducente coinvolto. La sua utilità risiede nel fatto che accelera notevolmente le procedure di pagamento (se entrambi gli autisti sono d'accordo ovviamente) ed evita altre seccature all'autista “colpevole” del sinistro. Affinché sia valido e ben compilato occorre specificare per bene i dati dei due autisti, dei due veicoli e del luogo dell'incidente, nonché la dinamica dell'incidente; chiaramente sono necessarie le firme degli autisti in calce al modulo. C'è da dire inoltre che: si può utilizzare un qualsiasi modulo, anche con loghi di imprese assicuratrici diverse; che esso è formato da quattro copie: due per autista. Di queste due una va consegnata alla nostra assicurazione e l'altra rimane a noi.

TUTTI I DATI – In caso di sinistro, dobbiamo scambiare i dati con gli altri autisti coinvolti; in particolare, vanno segnati i dati della patente dell'autista, della carta di circolazione e dell'assicurazione. È importante la presenza dei testimoni: se possibile facciamoci rilasciare una dichiarazione scritta in cui siano spiegate per bene le dinamiche dell'incidente. Possono fare da testimoni anche i passeggeri da noi trasportati. Qui potete saperne di più.

UN'IDEA DI FEDERCARROZZIERI – Ma non esiste solo il Modulo blu consegnato dalla vostra Assicurazione; c'è pure quello personalizzato, che viene dato dai carrozzieri indipendenti ai propri clienti: è un'idea di Federcarrozzeri. Il Modulo blu personalizzato (ossia col logo del carrozziere sulla prima pagina) comprende una piccola guida che facilita la compilazione e indica cosa fare dopo l'incidente per evitare discussioni successive. Così, l'automobilista verrà informato dei suoi diritti. È un po' un modo per aprire gli occhi agli assicurati, spesso spinti dalla Compagnia verso un carrozziere convenzionato. C'è invece la possibilità si recarsi dal carrozziere di fiducia. E se l'automobilista ha difficoltà a compilarlo, può farsi aiutare dal carrozziere, che è a sua disposizione.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Viaggi estate 2022

SicurAUTO.it vi augura buone vacanze: ci rivediamo il 22 agosto

Incentivi auto, l’UE critica gli USA: “il nuovo piano è discriminatorio”

Test drive auto nuova: con i brand di EV sono fondamentali