Mercedes E Coupé e Cabrio, tecnologia e sicurezza

Il restyling di mezza età delle Mercedes E Coupé e Cabrio porta in dote importanti innovazioni

10 maggio 2013 - 18:00

Dopo la berlina e la station wagon, Mercedes ha rinnovato anche le versioni Coupé e Cabrio della Classe E. Tra le novità principali segnaliamo i nuovi motori a quattro cilindri BlueDIRECT con tecnologia di iniezione diretta a getto guidato, iniettori piezoelettrici, sovralimentazione con turbocompressore, doppio variatore di fase e pompa dell'olio a portata variabile. Nuovi sono anche la strumentazione con quadranti bianchi e il display trapezoidale a colori con tecnologia TFT e cornice lucida. Nell'abitacolo troviamo materiali di pregio, con una modanatura divisa in due parti che si estende per l'intera larghezza del cruscotto e che si può avere in diversi materiali come legno o alluminio.

UNA CABRIO PER QUATTRO STAGIONI – La Classe E Cabrio è dotata di una capote insonorizzata con materiali fonoassorbenti di alta qualità e raggiunge il livello di silenziosità più alto in della sua categoria. Inoltre, il sistema Aircap(di serie sugli allestimenti Sport e Premium), composto da una particolare aletta anti-turbolenza, riduce le turbolenze del vento nell'abitacolo e i fruscii aerodinamici. Nella modalità attiva, a velocità superiori ai 40 km/h si estrae automaticamente e, al di sotto dei 15 km/h, l'aletta rientra nella cornice del parabrezza. I poggiatesta posteriori, insieme al frangivento collocato tra di essi, si attivano in base al numero di occupanti, fuoriuscendo automaticamente quando si allacciano le cinture di sicurezza.

MERCEDES INTELLIGENT DRIVE – Anche per le versioni Coupé e Cabrio della Classe E sono disponibili i nuovi sistemi di assistenza alla guida, Mercedes Intelligent Drive. Si basano su diverso sensori, come la telecamera stereoscopica multi-purpose posizionata nello specchietto retrovisore interno, che riprende l'area antistante la vettura fino a circa 50 metri con una portata di monitoraggio complessiva di 500 metri. Algoritmi intelligenti combinano i dati della telecamera stereoscopica con quelli dei sensori radar installati. Una centralina valuta le informazioni provenienti da diversi sistemi di sensori per riconoscere i movimenti dei veicoli che provengono dalla direzione opposta, che precedono o che attraversano, ma anche per monitorare i pedoni, i segnali e le indicazioni stradali in un ampio campo visivo, nonché di ordinare a livello spaziale gli oggetti in movimento.

TELECAMERE E RADAR, PER MONITORARE TUTTO – L'equipaggiamento di serie prevede il Collision Prevention Assist, che segnala le distanze e le possibili collisioni con tecnologia radar e Brake Assist adattivo. Di serie c'è anche l'attention assist, che allerta il guidatore in caso di disattenzione e affaticamento, lo informa sul suo stato di concentrazione e sulla durata della guida dall'ultima pausa. Inoltre, ci sono molti dispositivi a richiesta, tra cui il Distronic Plus (assistente di traiettoria e durante la guida in coda), il Brake Assist Plus con Pre-Safe (frenata automatica di emergenza agli incroci),  gli abbaglianti adattivi Plus (devioluci automatico) e il sistema anti-sbandamento attivo che riconosce la presenza di veicoli sulla corsia accanto, lavorando in sinergia con il Blind Spot Assist attivo  e se sussiste il pericolo di collisione evita il cambio di corsia accidentale anche in presenza della linea discontinua, intervenendo con una frenata su un lato.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

App parcheggio auto per trovare posto e pagare: la guida completa

Auto usate: +9% degli scambi tra privati da inizio 2022

Gomme invernali 215/55 R17: la classifica di Auto Bild