Mercato auto Europa: esplode ad agosto con +30% per l'effetto WLTP

Oltre 1,17 milioni di immatricolazioni auto in Europa ad agosto mostrano un mercato in fibrillazione, ma solo luglio rivela il trend reale

20 settembre 2018 - 12:56

Il mercato auto Europa ad agosto ha fatto registrare il boom delle immatricolazioni: un effetto positivo che ha portato la crescita al +29,8%. Indubbiamente uno scenario positivo quello  mostrato dal report di ANFIA, l'Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica, che conta 11 milioni di veicoli venduti nei primi 8 mesi del 2018. Tra i Paesi europei che hanno guadagnato più quote nel mese di agosto ci sono tutti i major market che hanno registrato crescite a doppia cifra, tutti tranne l'Italia che si ferma a +9,45%. Poco male, perché se da un lato Germania, Francia, Spagna hanno messo su percentuali superiori al 20%, il bilancio del mese è pompato dalla corsa alle registrazioni di auto che sarà difficile o impossibile immatricolare dopo l'entrata in vigore del protocollo di omologazione WLTP (Worldwide Harmonised Light Vehicle Test Procedure) dal 1 settembre 2018.

L'EFFETTO WLTP SULLE IMMATRICOLAZIONI AUTO Il mese di agosto che normalmente mostra il più basso interesse all'acquisto di un'auto in Europa cresce di quasi il 30% ma a un confronto diretto con il mese precedente si percepisce quanto sia stato determinante l'effetto WLTP. Dal 1 settembre 2018 infatti è entrato in vigore il protoccolo di prova e omologazione delle auto WLTP per tutte le nuove auto da immatricolare e questo ha spinto i rivenditori a mettere sul mercato auto pre-WLTP a prezzi molto vantaggiosi o anche ad immatricolare le scorte che sono diventate km zero in esposizione. A luglio 2018 infatti sono state registrate 1.313.857 vetture, con un incremento del +10,1% rispetto a luglio 2017. Con l'arrivo del WLTP il mercato europeo è cresciuto ad agosto 2018 del +29,8% rispetto ad agosto 2017 (903 mila auto immatricolate) ma con numeri inferiori rispetto al mese di luglio 2018: 1.171.760 immatricolazioni.

MERCATO MENO POMPATO IN ITALIA DALLE KM ZERO A luglio, hanno registrato i maggiori rialzi Spagna (+19,3%), Francia (+18,9%)  e  Germania  (+12,3%),  seguiti  da Italia  (+4,7%)  e  Regno  Unito  (+1,2%)  con risultati più modesti. Ad agosto, tutti i major market – ad eccezione dell'Italia (+9,5%) – hanno registrato  un  rialzo  a  doppia  cifra:  +48,7%  per  la  Spagna,  +40%  per  la  Francia,  +24,7% per la Germania e +23,1% per il Regno Unito. Durante  i  primi  otto  mesi  del  2018,  le  immatricolazioni  di  autovetture  in  Europa  sono cresciute del 5,9% fino a superare gli 11 milioni di unità, cifra in gran parte amplificata dalle prestazioni insolitamente forti dei mesi estivi. Guardando ai principali mercati, la domanda è cresciuta in Spagna (+14,6%), Francia (+8,9%) e Germania (+6,4%), mentre le vendite di auto sono rimaste stabili in Italia (-0,1%) e si sono contratte nel Regno Unito (-4,2%).

CHI SALE E CHI SCENDE NELLE VENDITE EUROPEE Le marche italiane hanno totalizzato in Europa  92 mila e 816  immatricolazioni  nel  mese  di luglio  (+17,2%),  mentre  ad  agosto  le  auto registrate  sono state  73.259  (+38,9%). Ad agosto si confermano Jeep ed Alfa Romeo i brand che trainano i numeri FCA. Andamento comunque positivo per Fiat (+22,9%), molto staccata da Jeep (+158,1%) e Alfa Romeo (+80,3%). Nel primi otto mesi del 2018, i volumi totalizzati dai brand italiani sono 763.253 auto (+3%) con una  quota  di  mercato  del  6,8%.  Nel  periodo  gennaio-agosto  2018  mantengono  un andamento positivo sia il marchio Jeep (+78,5%) che il marchio Alfa Romeo (+16,8%) mentre scende del -28,2% Lancia. Insolita crescita per Opel che nel planetario PSA registra +1.039% di vendite nel periodo gennaio-agosto rispetto al 2017. Tra i primi 5 Costruttori che hanno venduto di più nei primi 8 mesi del 2018 in Europa ci sono Volkswagen Group (2.808.582 auto), PSA Group (1.759.846 auto), Renault Group (1.200.386 auto), FCA Group (763.253 auto) e Ford (698.627 auto).

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Nuova Nissan Micra 2019: per l’Italia arriva la versione GPL

Semaforo rosso: multa con T-Red valida anche senza omologazione

Kia HabaNiro: EV a guida autonoma vicina alla produzione in serie