Mercato auto Europa, ad ottobre -7,4%: Germania e Italia più penalizzate

Le immatricolazioni di auto ad ottobre si fermano a 1,11 milioni, il diesel continua ad arretrare e il metano scende a 0,8% per la prima volta in 10 a

16 novembre 2018 - 12:05

L'Europa tira le somme di un mercato auto senza colpi di scena ad ottobre, con 1.118.859 immatricolazioni che non bastano a superare le quote dell'anno scorso. Anche se i volumi sono sintetizzati in un -7,4%, il bilancio medio dall'inizio dell'anno si tiene a galla con percentuali positive nei maggiori mercati. Tra i 5 major market solo l'Italia (-3,2%) e il Regno Unito (-7,2%) perdono quota anche sulla coda lunga. Con il diesel sempre meno benvoluto dal mercato, anche il metano incassa il colpo più duro degli ultimi 10 anni (0,8% di vendite). Vibra invece il mercato delle auto elettriche, che in Italia attende gli annunciati incentivi statali alla rottamazione, ma in Europa  guadagna +149%. Vediamo chi sale e chi scende e quali marche hanno venduto di più ad ottobre 2018.

I NUMERI NEI TOP5 MARKET Tra i mercati più significati d'Europa per le vendite di auto nuove la Germania, la Francia e la Spagna possono ancora contare sui numeri positivi dall'inizio dell'anno, ma ad ottobre 2018 i bilanci sono in contrazione per tutti i Paesi. Ad ottobre 2018 è la Germania a contare il maggior numero di immatricolazioni (252.628 auto) a fronte di un calo del -7,4%, rispetto alla Spagna (88.410 auto, -6,6%) e alla Francia (173.798 auto, -5,8%). Oltre al mercato Italia di cui abbiamo analizzato qui i numeri, anche il Regno Unito non può contare più su quote positive: ad ottobre perde il -2,9% che diventa -7,2% da gennaio a ottobre 2018, rispetto allo stesso periodo del 2017.

IMMATRICOLAZIONI PER ALIMENTAZIONE Il mercato  per  alimentazione, ad  ottobre registra  il  calo inesorabile  delle  vendite  di auto  diesel di -26,5% con una quota del 43,7% di venduto,  (perde 11  punti percentuali  rispetto  a  ottobre 2017). Il mercato delle auto nuove a benzina invece si riprende con +23% di vendite, 10% in più rispetto ad ottobre 2017. GPL (-3%) e metano (-63%) sono in discesa, con il metano che da 10 anni non era mai indietreggiato così tanto, fino allo 0,8% delle immatricolazioni. Le auto elettriche crescono del 149% nel mese di ottobre e le ibride crescono del 31%, anche se le auto a batterie coprono solo lo 0,4% del venduto. Secondo i dati ACEA  – l'associazione europea dei costruttori di automobili – a  gennaio-ottobre  le  nuove  immatricolazioni  di  auto  ad  alimentazione alternativa sono il 13% del mercato con 218.000 autovetture vendute.

LE AUTO PIU' VENDUTE AD OTTOBRE IN EUROPA Il mese di ottobre 2018 non mostra le migliori performance di vendite in Europa per la maggiori parte dei più grandi gruppi con Volkswagen (-21,5% e 225.415), PSA (-0,7% e 188.151), Renault (-14,9% e 105.519), FCA (-13,6% e 64.571), Ford (-0,7% e 76.501), Hyundai (-5,1% e 39.721) e Nissan (-28,8% e 26.443) rispetto allo stesso mese del 2017. Numeri in crescita invece per BMW (+14,5 e 81.983), Daimler (+7,5% e 82.785), Toyota (+5,9% e 58.237), Kia (+4,9% e 39.910), Volvo (+9,6% e 25.446) e Jaguar Land Rover (+13,3% e 16.169).

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Consiglio acquisto auto ibride fino a 40.000 euro

I fari a LED adattivi fanno l’86% di luce in più ma negli USA sono illegali

Guida autonoma: faremo il doppio dei viaggi in auto secondo uno studio