Mazda: con la nuova CX-5 arrivano Apple Car Play e Android Auto

Sull'infotainment di Mazda ci saranno MirrorLink e pairing con Android e iOS. Dal Salone di Ginevra spiegano che il software sarà retrocompatibile

14 marzo 2017 - 9:26

Gli smartphone sono ormai diventati sempre più una parte integrante della quotidianità di ognuno, tanto che nemmeno in auto è possibile lasciarli da parte. Questo mina alla sicurezza, allora sono stati introdotti sulle auto dei protocolli di comunicazione tra sistema multimediale e dispositivo mobile: Android Auto e Apple Car Play. Piano piano tutti i software infotainment delle Case auto stanno adottando questa tipologia di connettività, così anche Mazda, che in occasione del lancio del nuovo Mazda CX-5 al Salone di Ginevra 2017 (leggi tutte le novità del Salone di Ginevra 2017 sul nostro speciale dedicato al salone) ha annunciato l'arrivo nel suo MZD.

LA CONNETTIVITA' IN AUTO Già da qualche anno i sistemi MirrorLink, cioè la possibilità di far comparire sul display infotainment dell'auto ciò che normalmente si vedrebbe sul display del proprio smartphone, sono arrivati sulle auto. Si sono infatti capiti il potenziale e la necessità di replicare sul modulo auto alcune delle funzionalità che avrebbero distratto il conducente alle prese con il proprio cellulare, così sono stati studiati ed introdotti in secondo momento anche dei protocolli dedicati ai sistemi operativi iOS e Android: Apple Car Play e Android Auto rispettivamente (leggi della lotta avviata sull'infotainment tra Android Auto e Apple Car Play).

NUOVO MAZDA CX-5 In occasione del lancio al Salone di Ginevra del nuovo SUV Mazda CX-5 (leggi qui della presentazione del nuovo Mazda CX-5 e delle novità che a Mazda ha portato al Salone di Ginevra 2017) il brand di Hiroshima ha annunciato anche l'ingresso ufficiale delle features si Android Auto e Apple Car Play sul proprio sistema infotainment. Il Costruttore nipponico ancora non ha implementato, ad oggi, questo genere di pairing con gli smartphone, nonostante siano anni che figura come partner ufficiale dei due programmi, ma dovrebbe arrivare a breve ed allinearsi con il resto del mercato. Non è ancora dato sapere precisamente quando ci sarà l'introduzione ufficiale e da quale auto partirà la diffusione tanto che Jacob Brown, portavoce del brand interpellato dai colleghi di Cars.com, ha affermato che “Mazda non ha ancora una timeline ufficiale su quando dovrebbe essere diffuso il sistema ed a che costo”.

RETROATTIVITA' Uno dei punti chiave di ciò che ha sottolineato il portavoce di Mazda in occasione del lancio del nuovo CX-5 è che tutte le Mazda degli ultimi anni saranno compatibili, grazie ad un retrofit, con Android Auto e Apple Car Play. Questo è un dato estremamente importante, soprattutto perché è stato affermato che la retrocompatibilità sarà garantita in modo semplice e con leggere modifiche hardware, poiché potrà essere dato un valore aggiunto in sicurezza anche ai modelli che hanno qualche anno alle spalle. E' una pratica che non viene presa in considerazione da tutti i Costruttori: questo dimostra l'attenzione di Mazda nei confronti del cliente.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Gli italiani fanno meno km degli altri automobilisti in Europa

Metano auto

Metano auto: aumento del contributo gestione bombole dal 1° ottobre

Come guadagnare un reddito extra dal proprio garage