LG verso la leadership delle batterie, apre la Megafactory cinese

Con il nuovo impianto in Cina LG sfida la concorrenza giapponese sulle batterie per auto elettriche e mira a un fatturato di 1.3 miliardi in 5 anni

10 febbraio 2016 - 11:30

A oriente c'è grande fermento per la mobilità elettrica, le compagnie coreane e cinesi si attrezzano in tempi record per dominare la scena. Prevedendo una crescita esponenziale del mercato LG ha realizzato un mega impianto per la produzione di batterie aspirando a diventare il principale fornitore di ben 16 Costruttori. Diverrà il nuovo chiodo fisso di Elon Musk, alle prese con la sua Gigafactory?

LG PENSA IN GRANDE E AMBISCE A DIVENTARE FORNITURE UNICO – Diversamente dalle nipponiche Panasonic e AESC, le quali forniscono accumulatori soltanto, rispettivamente, a Tesla e al Gruppo Nissan Renault (leggi la megafabbrica Gigafactory Tesla), LG ha deciso di puntare molto più in alto e investire sul futuro. Avendo stretto accordi commerciali con 16 differenti produttori d'auto, il colosso coreano ha realizzato in soli due anni un nuovo impianto produttivo a Nanjing in Cina. Secondo le indicazioni del Korea Times, la fabbrica è già in funzione e vanta una capacità produttiva per equipaggiare 50.000 auto elettriche o 180.000 vetture ibride plug-in, le quali montano accumulatori più piccoli. Entro il 2020 l'impianto potrà garantire forniture per 200.000 elettriche o 700.000 ibride (leggi ultime novità su auto ibride).

GRANDE SCOMMESSA SULLA MOBILITA' ELETTRICA – L'obiettivo che LG si è prefissata è quello di raggiungere, entro cinque anni, un fatturato annuo di 1.3 miliardi di dollari nel solo mercato cinese. Il produttore prevede quindi un vero boom della mobilità elettrica in oriente e i dati di vendita degli ultimi due anni sembrano confermare il trend in crescita. L'ottimismo dei coreani non sembra essere fiaccato dall'annuncio fatto dal Governo di Pechino di voler tagliare a breve gli incentivi per il rinnovo del parco auto (leggi la ripresa del mercato Cina grazie ai bonus). Secondo LG l'effetto benefico delle sovvenzioni durerà ancora a lungo e contribuirà al fiorire del mercato delle elettriche.

INTENSA E PROFICUA PARTNERSHIP CON GENERAL MOTORS – Quello di Nanjing è il terzo stabilimento che LG ha destinato alla produzione di batterie, caricabatterie e inverter, dopo quelli aperti in Corea del Sud e nello stato USA del Michigan. Quest'ultimo è quasi ad esclusivo appannaggio delle forniture per molti modelli General Motors. Il gigante americano ha stretto una partnership particolareggiata con LG per la fornitura di numerose componenti in vista del lancio della Chevrolet Bolt EV, l'elettrica a lungo raggio prevista al lancio entro il 2017 (leggi General Motors contro l'upgrade fai da te).

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Gli italiani fanno meno km degli altri automobilisti in Europa

Metano auto

Metano auto: aumento del contributo gestione bombole dal 1° ottobre

Come guadagnare un reddito extra dal proprio garage