L'anno di Mercedes Benz Italia: un 2017 positivo con uno sguardo al futuro

Nella nuova sede di Mercedes Benz Italia a Roma, la Stella ha parlato del 2017 e dei suoi piani futuri, tra elettrico, ibrido e servizi di mobilità

21 dicembre 2017 - 10:32

Siamo stati invitati alla conferenza di fine anno di Mercedes Benz Italia al termine di un anno quanto mai positivo per la Stella, con un aumento delle vendite, e un progetto per il futuro organizzato e strutturato, con il Campionato del Mondo di Formula 1 come “ciliegina sulla torta”. Tanti i temi trattati all'interno della nuovissima sede centrale di Roma, grazie alla voce dei diretti responsabili della Casa di Stoccarda qui in Italia, che hanno presentato non solo i risultati del 2017, ma hanno dato uno sguardo di più ampio respiro alle future strategie del Marchio, costruito su 4 punti fondamentali. Inoltre, durante la conferenza, sono stati annunciati i prossimi modelli che verranno presentati nel corso del 2018.

UN 2017 POSITIVO Pima di lanciarci nel futuro piano di Mercedes, che in parte è già cominciato, giusto fornire qualche dato per capire come, il 2017, si sia rivelato come un anno particolarmente fortunato per Mercedes Italia. È stato lo stesso Marcel Guerry, Presidente di Mercedes Benz Italia, a fornire più di qualche numero molto interessante. 85.000 le auto della Stella vendute in questo 2017, 1.000 AMG, 9.300 veicoli da lavoro e oltre 3.500 Truck – qui gli ultimi dati del mercato riferiti a novembre 2017. Numeri incoraggianti, che confermano l'importante quota di Mercato che Mercedes si è conquistata nel nostro Paese, non solo nel parco auto dei privati, ma anche di aziende e nei servizi. Per rafforzare ancor di più la propria posizione è stato studiato un piano da Mercedes, il CASE, una sigla che racchiude tutto il futuro, e il presente, del Marchio tedesco: Connected, Autonomus, Shared & Service, Electric, le 4 strade di Mercedes accompagnate ognuna con un suo jingle durante la conferenza stampa con la musica live dei Frankie & Canthina Band.

PRIMA STRADA: ELETTRICITÀ Sembra che sia ormai certo che, il futuro della mobilità, sarà completamente elettrico. In attesa che tutti, Case infrastrutture e soprattutto la tecnologia, siano pronti, Mercedes fa qualcosa in più, soprattutto dopo aver annunciato la completa elettrificazione del Marchio Smart a partire dal 2020 – con un futuristico concept presentato all'ultimo Salone di Francoforte. Una mossa che ai più sarà sembrata azzardata, ma che in realtà rappresenta la mentalità innovatrice ma soprattutto estremamente organizzata di Mercedes. Per accogliere questa svolta importante infatti, non solo sono state pensate delle modalità di acquisto perfettamente ricamate sull'offerta elettrica, ma saranno offerti servizi esclusivi che aiuteranno, e non poco, chi vorrà intraprendere la strada dell'elettrico. È chiaro come Mercedes, ancor prima di parlare di auto elettriche in grado di percorrere distanze siderali, punti fortissimo sull'”elettrificazione delle città”, terreno di caccia per la piccola Smart e per i veicoli elettrici. Infatti non solo è attesa la Smart full electric, ma anche altri veicoli commerciali come l'eVito, più incline ai bisogni dei commercianti.

SECONDA STRADA: PLUG-IN HYBRID Se per una mobilità full electric i tempi non sono ancora maturi, ecco che l'ibrido plug-in va a ricoprire un ruolo cruciale ed importante e Mercedes lo fa con un Brand apposito, l'EQ-Power. Una sigla che gli appassionati di Formula 1 conoscono bene, facendo bella mostra sul cofano della W08 EQ-Power +, la vettura Campione del Mondo 2017. La divisione ibrida della Stella attualmente presenta 7 modelli in vari segmenti – qui la nostra prova della Classe C ibrida plug-in durante l'ultima ECO Bonus Run – ma ci si aspetta un netto passo avanti nel 2020 quando tutte le gamme di Mercedes saranno offerte anche con powertrain ibrido – vi ricordiamo che sono già partiti i preordini, in Norvegia, della EQC. Novità che non riguarderanno solo il parco auto, ma anche la tecnologia. Presentato lo scorso anno, il nuovo diesel di Mercedes marcato OM654 ha evidenziato prestazioni e performance incredibili, e dal prossimo anno sarà disponibile anche in versione ibrida plug-in. Alcuni di voi penseranno che, l'utilizzo di un motore termico diesel, possa essere una scelta sbagliata, soprattutto visti gli ultimi scandali di altri Marchi tedeschi. In realtà non è sempre così, infatti, grazie a consumi estremamente contenuti – un dato che abbiamo avuto modo di appurare sempre alla Eco Bonus Run – anche le emissioni ne risentono in modo positivo, risultando una scelta estremamente “green”. Così come per la mobilità elettrica, anche per l'ibrido è atteso l'arrivo di veicoli commerciali e Truck ibridi plug-in nel prossimo futuro.

TERZA STRADA: TRADIZIONE E INNOVAZIONE Con Direttive europee sempre più stringenti in merito alle emissioni di CO2, le case stanno investendo sempre di più su una mobilità più sostenibile. Ma non solo l'elettrico e l'ibrido possono essere la soluzione, infatti, una delle strade percorse da Mercedes, può risultare controcorrente ma per questo non meno vincente. Sono stati 3 i miliardi investiti dalla Casa di Stoccarda per sviluppare il nuovo motore diesel, il già citato OM654 che in un 2.000 cc offre le stesse performance di un 3.000 cc di 10 anni fa, ma con consumi, e quindi emissioni, decisamente inferiori e che, dal prossimo anno, verrà accoppiato con una P.U. elettrica, con un ibrido plug-in diesel in grado, per ora sulla carta, di garantire ancora più efficienza e minore inquinamento.

QUARTA STRADA: MOBILITY SOLUTION Per molti, l'auto di proprietà, è un concetto che sta “passando di moda”. Termine forte, ma che fa capire la proliferazione di servizi di mobilità che si affidano al car sharing et simili. Due i partner scelti da Mercedes per migliorare tali servizi, MyTaxi e Car2Go. Entrambe le aziende non necessitano di presentazioni, vi basti sapere che, nel caso di MyTaxi, sono 6,2 milioni gli utenti registrati nel mondo, con flotte corpose in Italia – 800 tassisti di Milano, 1.800 a Roma e 150 a Torino – per un servizio che permette di reperire velocemente e facilmente un taxi. Discorso simile per Car2Go, un gigante nel car sharing che può contare su 2.100 veicoli circolanti in Italia, numero importanti che fanno capire la portata di questo fenomeno. Tra le soluzioni di mobilità, c'è anche tutto quello che riguarda le auto elettriche. Infatti torniamo al primo punto, l'arrivo dell'elettrico e, soprattutto, l'elettrificazione delle città. Infatti non solo wall box per chi acquista una Smart elettrica, ma anche una serie di servizi che faciliteranno, e non poco tutti i possessori di auto elettriche in generale. Insieme alla wall box intelligente, saranno inaugurati dei parcheggi che permetteranno di ricaricare velocemente la propria auto. Attualmente ancora in fase di sviluppo, ma il loro debutto è atteso a brevissimo nei primi giorni del 2018 a Roma.

14 PRESENTAZIONI NEL 2018 Insieme a tutte le strategie future del Marchio della Stella, sono stati comunicati anche i periodi di presentazione dei prossimi modelli, che saranno quattordici e comprenderanno tutti i segmenti. Grande attesa per la nuova Classe A, insieme alla Classe G e alla prossima Classe C – attese tra la primavera e l'estate del 2018 -, tre modelli iconici per il Marchio. C'è spazio nel 2018 anche per alcune novità assolute che arriveranno entro la fine del 2018: la GT 4 porte e la Classe A sedan – qui il concept presentato al Salone di Shangai -, auto completamente nuove che andranno ad arricchire il portafoglio prodotti di Mercedes.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Tesla Model 3: i 10 difetti più frequenti sulla carrozzeria dell’auto

Viadotti autostrade

Autostrade e Ponti: i nuovi controlli passano a una società internazionale

App auto che spiano i conducenti: il 62% favorevoli per la sicurezza di guida